10 cose da sapere prima di acquistare una bici elettrica

Le bici elettriche sono progettate per soddisfare esigenze e gusti molto diversi tra loro. Perciò, è importante conoscere quali parametri prendere in considerazione per fare un acquisto consapevole e soddisfacente.

10 cose da sapere prima di acquistare una bici elettrica

Se siete interessati all’acquisto di una bici elettrica, ecco dieci cose che non potete non conoscere

1

Livello di servizio desiderato

Quando la tua e-bike ha un problema, che si tratti di una gomma a terra o della necessità di un ricambio, avrai bisogno di assistenza o pensi di cavartela da solo? Ci sono kit portatili per le riparazioni oppure negozi che offrono anche assistenza su strada.

Comunque, va considerato, che rispetto alle due ruote tradizionali, non tutti i negozi di biciclette effettuano manutenzione di e-bike.

2

I pezzi di ricambio

Questo è un punto dolente per molti possessori di biciclette elettriche. Soprattutto perché scoprono soltanto quando ne hanno bisogno che i ricambi sono difficili da reperire o estremamente costosi. Quindi, al momento dell’acquisto, è importante conoscere la situazione della ricambistica per il modello di bici elettrica prescelto.

3

La giusta potenza per una e-bike

La potenza è probabilmente la prima cosa che le persone confrontano per scegliere una e-bike. Meglio 250 watt, 500 watt, 750 watt o ancora di più?

Val la pena considerare che 250 watt, che potrebbero non sembrare molto, sono la gamma di potenza sostenuta da un ciclista professionista. Insomma, come avere un atleta professionista nascosto nei pedali.

4

Il tipo di motore

Esistono 3 tipi principali di motori tra cui scegliere. Se si desidera affidabilità e capacità a 360 gradi per la guida, esiste il motore sul mozzo con cambio. Sono affidabili anche i motori con mozzo a trasmissione diretta, ma tendono ad essere più pesanti.

Anche i motori montati centralmente sono una buona soluzione, un po’ più complicati, ma con il vantaggio di non interferire con il montaggio e smontaggio delle ruote. Inoltre, agendo direttamente sulla trasmissione, danno una sensazione molto naturale.

5

È importante capire la pedalata assistita e l’acceleratore

Per cominciare, tutte le biciclette elettriche hanno la pedalata assistita. L’acceleratore viene montato solo su alcune e/o su richiesta. Tra l’altro, l’acceleratore non in tutti i paesi è legale. In Italia una bici a pedalata assistita, quindi senza la necessità di omologazione, non deve avere l’acceleratore.

Naturalmente, l’acceleratore comporta un ciclo di vita della batteria minore.

6

Quale è il sensore migliore?

Il sensore di rilevazione della pedalata è una delle caratteristiche più importanti da considerare al momento dell’acquisto di una bici elettrica. Si tratta di scegliere (e capire le differenze) tra sensore di rotazione e sensore di coppia.

Il primo consiste in una serie di magneti su un disco, che ruota solidalmente ai pedali. I magneti attivano un sensore posto sul telaio per avviare il motore.

Il secondo tipo di sensore è più complicato. Infatti, rileva lo sforzo compiuto sui pedali a partire dalle torsioni meccaniche che si creano quando si spinge sui pedali. Questo tipo di sensore permette uno stile più naturale di pedalata.

7

La qualità della batteria

La batteria è uno dei componenti più costosi di una e-bike. Come spesso avviene, le marche più grandi e conosciute sono quelle che danno un maggior livello di affidabilità. Scegliendo Panasonic, LG o Samsung è difficile sbagliare, mentre marche generiche o che adottano vecchie tecnologie possono rivelarsi una scelta rischiosa.

8

Il tipo di batteria

Per scegliere la batteria migliore è consigliabile porsi due domande:

  1. Si tratta di una tecnologia proprietaria?
  2. Se e quando la batteria si scaricherà, quanto sarà facile sostituirla?
9

La capacità della batteria

È difficile confrontare la capacità delle batterie quando i produttori utilizzano unità di misura diverse. Alcuni forniscono informazioni sugli amp-ora, altri sui watt-ora. Ecco però la formula per passare da un’unità all’altra: v * Ah = Wh (v=tensione, Ah=amp-ora, Wh=watt-ora).

10

Le dichiarazioni sull’autonomia non contano

Le dichiarazioni che fanno i produttori di ebike circa l’autonomia sono poco più che slogan pubblicitari. Infatti, l’autonomia dipende da così tanti fattori che è difficile dare una stima onesta, senza la tentazione di esagerare. La bici sta andando in salita o in discesa? Quanto è veloce la bici? Quanto pesa il conduttore? Etc. etc.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.