Il benessere sessuale passa dalla cannabis?

Sul mercato stanno prendendo sempre più piede i prodotti per la salute sessuale a base di cannabis. Ma funzionano davvero? Ecco cosa dicono gli esperti…

Avete un’idea di quanto sia grande e quanto possa valere il mercato globale della salute e del benessere? 3,7 bilioni di dollari (2016) e si prevede che crescerà del 17% nei prossimi cinque anni.

In questo contesto, i prodotti a base di cannabis hanno tutto il potenziale per svolgere un ruolo importante.

Oltre alla marijuana per uso medico e ricreativo degli adulti, gli analisti del settore si aspettano molto dal settore della salute e del benessere. Infatti, in quest’ultimo caso, i prodotti a base di cannabis hanno un alto valore aggiunto, rivolgendosi a consumatori che cercano nuovi modi per integrare i numerosi benefici della pianta in uno stile di vita attivo e sano.

Il mercato del benessere della cannabis può attrarre consumatori diversi rispetto ai tipici fumatori di canne. Proprio in California, dove l’attenzione per la salute e il benessere pervade la cultura tanto quanto la cannabis, si sta già assistendo ad una crescita di questo mercato.

Cannabis e salute sessuale

Se fino a poco tempo fa cannabis e sesso erano tabù, le nuove generazioni hanno capito i benefici della cannabis per una sana vita sessuale.

Ma quello che risulterà sorprendente per molti è quanto emerge da un sondaggio della BDS Analytics. Il 49% delle donne statunitensi consumatrici di marijuana legale, la considera come medicinale e il 27% la usa per migliorare la propria vita sessuale.

Considerando che il mercato generale della salute e del benessere è guidato in gran parte dalle donne, che svolgono anche un ruolo importante nell’influenzare le scelte di acquisto di amici e familiari, è altamente probabile che ciò avverrà anche per la cannabis.

La scienza da conforto a queste statistiche. Composti chimici come CBD e THC, che si trovano nella pianta di marijuana, aiutano a trattare problemi come ansia e dolore, poichè interagiscono con il sistema endocannabinoide del corpo. Lo stesso sistema che regola il piacere, il dolore e il rilassamento. Anche se non ci sono ancora molti studi su sesso e marijuana, esistono numerose ricerche che dimostrano come una sana vita sessuale  allevia lo stress. Inoltre, migliora l’umore, il sistema immunitario, la funzione cerebrale, il sonno e la salute del cuore.

Il grande nemico della libido: lo stress

Uno studio del 2016, condotto dalla Stanford University e pubblicato sul Journal of Sexual Medicine, ha rilevato che gli intervistati che utilizzavano più frequentemente cannabis erano anche sessualmente più attivi.

Un altro studio del 2017, pubblicato nella stessa rivista, ha scoperto che il sistema endocannabinoide è effettivamente coinvolto nella risposta sessuale umana. I ricercatori ipotizzano che questo possa giocare un ruolo nel processo di ricompensa dell’eccitazione sessuale e dell’orgasmo.

Sembra che tra le cause principali della bassa libido ci siano livelli di stress elevati. Riducendo lo stress nel corpo, tutti i sistemi correlati ad una sana prestazione sessuale funzionano meglio. La relazione tra cannabis e sesso porta a quello che molti uomini e donne conoscono: rilassarsi è la chiave per una migliore eccitazione. E l’uso della cannabis è sempre stato associato a un’atmosfera più rilassata.

Il settore dei prodotti per la salute e il benessere si sta evolvendo verso un approccio più olistico, per trattare il benessere generale con la propria salute fisica, emotiva, mentale e sessuale. Con la crescente diffusione della marijuana, si stanno aprendo le porte a nuovi studi scientifici che potranno fornire dati e informazioni importanti a coloro che non sono convinti dell’uso. Naturalmente, porterà anche questo settore a diventare assai redditizio.

Mentre la legalizzazione della cannabis continua a spazzare il Nord America e il mondo, che dire sullo stato giuridico che impedisce ai consumatori italiani di accedere a questo nuovo mondo di opportunità per migliorare il proprio benessere? Non c’è da temere perchè, presto o tardi, il mercato globale spazzerà via l’ottuso proibizionismo che ancora vige in Italia. Ma, come sempre avviene nel nostro paese, ciò avverrà in grande ritardo rispetto al resto del mondo.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.