Viene dall’Antica Persia l’acciaio al cromo

L’acciaio al cromo, simile a quello che oggi conosciamo come acciaio per utensili, è stato prodotto per la prima volta in Persia, quasi un millennio prima di quanto si pensasse.

Viene dall'Antica Persia l'acciaio al cromo

L’acciaio al cromo è stato prodotto per la prima volta in Persia, quasi un millennio prima di quanto si pensasse in precedenza.

Lo hanno scoperto i ricercatori della University College London (UCL), sorprendendo tutta la comunità scientifica, fino ad oggi convinta che l’acciaio al cromo (chiamato anche acciaio di qualità o acciaio per utensili) fosse un’innovazione del XX secolo.

Un ingrediente misterioso per produrre acciaio

Con l’aiuto di una serie di manoscritti persiani medievali, i ricercatori sono arrivati in un sito archeologico a Chahak, nel sud dell’Iran. Chahak è descritto in una serie di manoscritti storici risalenti al XII-XIX secolo come un famoso centro di produzione dell’acciaio. Purtroppo, la posizione esatta di dove veniva prodotto l’acciaio è rimasta un mistero per molti anni poiché numerosi villaggi in Iran sono chiamati Chahak.

Gli scienziati hanno studiato il manoscritto “al-Jamahir fi Marifah al-Jawahir” scritto da Abu-Rayhan Biruni. In esso si parlava di un ingrediente misterioso per la produzione di acciaio, identificato come minerale di cromite. Con la datazione al radiocarbonio di un certo numero di pezzi di carbone recuperati da una scoria del crogiolo e da una scoria di forgiatura, si è arrivati a mettere una data all’acciaio al cromo persiano: dall’XI al XII secolo d.C.

Una lega mai più utilizzata dall’uomo fino al XX secolo

Il fatto che il cromo era l’1-2% in peso nelle particelle di acciaio conservate nelle scorie del crogiolo, dimostra che il minerale di cromite formava una lega di acciaio al cromo. Qualcosa che non si ripeterà mai più nella storia dell’uomo fino alla fine del XIX e all’inizio del XX secolo.

Secondo i ricercatori della UCL, in un manoscritto persiano del XIII secolo l’acciaio Chahak era noto per i suoi modelli fini e raffinati, ma anche le sue spade troppo fragili. Oggi, il piccolo villaggio di Chahak è stato identificato ed è diventato un sito di interesse archeologico.

La scoperta è stata pubblicata sul Journal of Archaeological Science.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***