Statistiche impressionanti: graduatoria della disuguaglianza mondiale

La pandemia di COVID-19 ha ulteriormente aggravato le disuguaglianze esistenti nei diversi paesi del mondo. L’Italia è in 150sima posizione.

Statistiche impressionanti: graduatoria della disuguaglianza mondiale

Il rapporto 2022 di Oxfam, ONG britannica dedicata alla lotta alla povertà in tutto il mondo, ha rilevato che durante i primi due anni della pandemia di COVID-19 la disuguaglianza ha contribuito alla morte di almeno 21.000 persone ogni giorno, ovvero una persona ogni 4 secondi. Negli stessi 4 secondi, le 10 persone più ricche del mondo hanno guadagnato circa 60.000 dollari (1,3 miliardi al giorno).

Qualche volta le statistiche riescono ad impressionare e questa è una di quelle volte.

Da quando è cominciata la pandemia, 160 milioni di persone in più sono cadute in povertà, mentre i 10 miliardari più ricchi del mondo hanno più che raddoppiato la loro ricchezza.

Se poi vogliamo personalizzare questi numeri ad ognuno di noi, è abbastanza evidente che le probabilità che come singoli individui abbiamo di diventare uno dei primi 10 miliardari del mondo sono estremamente basse. Al contrario, le probabilità di essere tra il 50% più povero del mondo (circa 2,5 miliardi di persone) sono molto più elevate e in nessun paese al mondo, tranne la Repubblica Ceca, la metà più povera della popolazione ha una quota del reddito nazionale superiore al 25%.

In ogni caso, è evidente che quanto sia ricco o povero un paese non indica assolutamente quanto siano uguali o disuguali i ricchi e i poveri all’interno di quel determinato paese.

Ecco un estratto dell’ultima graduatoria (2022) redatta da Oxfam circa la disuguaglianza nei diversi paesi del mondo, dove tra parentesi viene indicata la percentuale di ricchezza di un paese detenuta dal 50% della popolazione più povera.

Classifica della disuguaglianza mondiale

1 Sudafrica(5,48%)

2 Namibia(6,55%)

3 Zambia(6,95%)

4 Rep.Centrafr.(7,63%)

5 Eswatini(7,86%)

149

Malta(20,5%)

150 Italia(20,7%)

151 Maced.N.(20,94%)

152 Grecia(21,01%)

153 Spagna(21,12%)

165 Svezia(23,78%)

166 Slovacchia(24,56%)

167 Norvegia(24,84%)

168 Islanda(24,98%)

169 Rep.Ceca(25,48%)

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***