L’Albero Assassino che uccide un uomo in poche ore

Ingerire i semi di questa pianta è un modo relativamente certo per morire. Come successo a 4 ragazze indiane unite da un patto suicida.

L'albero assassino che uccide un uomo in poche ore

Gli alberi possono essere pericolosi, non solo quando si schiantano sul terreno ma anche nel caso di un albero così micidiale da essersi conquistato il nome di Albero dei Suicidi o Albero Assassino.

Un nome innocente come Cerbera Odollam identifica un piccolo albero di latifoglie che può raggiungere anche i 10 metri di altezza. Diffuso in India e del sud-est asiatico, dall’aspetto senza pretese, nasconde un segreto mortale custodito dentro i suoi semi.

Cerberina: tossica e mortale

Questi semi contengono un glicoside cardiaco chiamato cerberina. La cerberina è incredibilmente tossica anche a dosaggi relativamente bassi e spesso uccide entro poche ore, durante le quali si soffrono dolori strazianti di stomaco, diarrea, ritmo cardiaco irregolare, vomito e talvolta mal di testa. Alla fine, il cuore si ferma similarmente a come succede con le iniezioni letali che vengono somministrate negli Stati Uniti ai condannati a morte.

Un singolo seme di Cerbera Odollam contiene una dose di cerberina letale per qualsiasi umano adulto.

Per questa ragione, in alcune città dell’India dove questo albero abbonda, i suoi semi mortali vengono usati per commettere omicidi o per suicidarsi. Il numero esatto di persone che vengono uccise ogni anno a causa di qualcuno che ha intenzionalmente aggiunto al cibo semi di Cerbera Odollam non è chiaro, visto che questo veleno non viene controllato nei normali rapporti tossicologici. Inoltre, è relativamente sconosciuto in molte regioni del mondo.

La pianta dell’omicidio perfetto

Alcuni esperti, come il tossicologo francese Yvan Gaillard, che ha pubblicato i risultati di uno studio decennale proprio su questo argomento sul Journal of Ethnopharmacology, dicono che si tratta del veleno per l’omicidio “perfetto”.

Ma tenendo presente che le morti causate da avvelenamento da Cerbera Odollam sono incerte, ci sono anche numerosi casi ben documentati di morte per questa pianta. Nel solo stato indiano del Kerala muore una persona a settimana per avvelenamento da Cerbera Odollam.

Per avvelenare le mogli

Dai dati limitati che abbiamo emerge che il 75% delle persone che muoiono ingerendo i semi di Cerbera Odollam sono donne. I ricercatori del Laboratorio di Tossicologia Analitica di La Voulte-sur-Rhône (Francia) ipotizzano che questa discrepanza di genere sia dovuta al fatto che la pianta viene utilizzata per avvelenare le mogli appena sposate che non soddisfano gli standard rigorosi di alcune famiglie indiane. Inoltre, le giovani donne sono anche statisticamente molto più propense a usare i semi di Cerbera Odollam per suicidarsi. Come quando nel 2015, quattro ragazze hanno consumato semi di questa pianta come parte di un patto suicida dopo essere state abusate.

Omicidi e suicidi provocati dall’Albero Assassino ha spinto i governi locali come quello del Kerala a cercare nuovi usi per questa pianta. Soprattutto nelle aree povere, è iniziata la raccolta di questi semi per l’utilizzo in vari prodotti come i bioinsetticidi e il veleno per topi.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***