Terza-pagina

Le monarchie più ricche del mondo

È più ricco un re o un sultano? Quando si parla di ricchezze enormi, spesso inimmaginabili, è assai difficile fare confronti. Ma la classifica dei monarchi più ricchi del mondo mette in fila tutti i reali del pianeta e le sorprese non mancano!

Perchè diventare un principe o una principessa è in cima alla lista dei desideri di tutti i bambini del mondo? Eppure sono pochi i monarchi che vivono in un castello o che siedono su un trono tempestato di diamanti.

Le ricchezze di chi nasce in una famiglia appartenente a qualche monarchia non sono per nulla scontate. Non basta nascere reali per essere molto ricchi.

Certamente, ereditare gran parte della ricchezza è di grande aiuto, ma in realtà molti dei monarchi più ricchi del mondo hanno guadagnato parte della propria fortuna grazie a investimenti redditizi e ad iniziative imprenditoriali vincenti.

Essere nati in una di queste famiglie garantisce una certa ricchezza, ma solo il talento, il duro lavoro  e la fortuna contribuiscono, in maniera non secondaria, all’accumulo di patrimoni immensi. Ad esempio, la regina d’Inghilterra detiene investimenti nel settore immobiliare e in diverse altre attività.

In alcuni casi, i reali più ricchi del mondo devono la loro ricchezza enorme alle risorse naturali del loro paese.

Quali sono le monarchie più ricche del mondo? Ecco la graduatoria delle prime dieci famiglie reali aggiornata al 2014.

  1. Re Bhumibol Adulyadej di Thailandia (patrimonio: 30 miliardi di dollari). Il re della Thailandia è il reale più ricco del mondo. Regna il paese da ormai 68 anni, cosa che lo rende il capo di stato più longevo del mondo. Gran parte delle sue fortune derivano dai suoi possedimenti nel settore immobiliare e dalle partecipazioni in aziende come la Siam Cement e la banca commerciale Siam. Le sue abitudini sono mantenute segrete ma si stima che per il suo palazzo reale spenda circa 500 milioni di dollari all’anno, una cifra dieci volte superiore a quello che spende la famiglia reale britannica.
  2. Principe Alwaleed bin Talal Alsaud dell’Arabia Saudita (patrimonio:21,4 miliardi di dollari). È stato paragonato a Warren Buffett per i suoi investimenti di successo che lo hanno portato ad accumulare un incredibile livello di ricchezza. Considerato uno dei più grandi investitori del mondo, Alwaleed bin Talal è il nipote di re Abdullah. Tra gli stravaganti possedimenti del principe un Airbus A380 con una sala da concerto e 20 suite.
  3. Sultano del Brunei Hassanal Bolkiah Mu’izzaddin Waddaulah (patrimonio: 20 miliardi di dollari). È Sultano e Presidente del Consiglio del Brunei. Uno dei suoi hobby è la collezione di automobili, naturalmente tra le più costose del pianeta. Si stima che possieda dalle 3.000 alle 6.000 autovetture, tra cui oltre 600 Rolls Royce.
  4. Re Abdullah bin Abdul Aziz (patrimonio: 17 miliardi di dollari). È il re di uno dei 20 paesi più ricchi del mondo, l’Arabia Saudita. Controlla anche uno dei più grandi giacimenti di petrolio greggio del mondo. Ha 90 anni e recentemente ha perso il suo secondo erede al trono, per il quale gli rimane l’altro fratello di 76 anni, che prenderà il potere dopo la sua morte.
  5. Sheikh Khalifa Bin Zayed Al Nahyan (patrimonio: 15 miliardi di dollari). È il sovrano ereditario di Abu Dhabi e il presidente degli Emirati Arabi Uniti. Controlla di fatto 97,8 miliardi di barili di riserve di petrolio, ma non tutta la sua ricchezza deriva da risorse naturali. Gestisce infatti anche un fondo sovrano con un patrimonio di circa 627 miliardi dollari. Tra le altre cose, possiede una tenuta di 30 ettari alle Seychelles.
  6. Principe Azim del Brunei (patrimonio: 5 miliardi di dollari). Conosciuto anche come il principe-playboy, è uno dei possibili candidati per il trono del Brunei. È celebre anche per le sue sfarzose feste, come quella tenuta nel 2009 con grandi nomi del calibro di Mariah Carey, Sophia Loren e Janet Jackson.
  7. Principe Hans-Adam II del Liechtenstein (patrimonio: 3,5 miliardi di dollari). È nominalmente il capo del paese ed è il più ricco monarca europeo. Possiede il gruppo bancario LGT e una vasta collezione d’arte che espone al Museo del Liechtenstein.
  8. Re Mohammed VI del Marocco (patrimonio: 2,5 miliardi di dollari). L’attuale re del Marocco, siede sul trono dal 1999, dopo la morte di suo padre, il re Hassan II. È proprietario di beni immobili, imprenditore, banchiere e produttore agricolo. Si dice che le spese correnti giornaliere per i suoi 12 palazzi siano di circa 960 mila dollari.
  9. Principe Alberto II di Monaco  (patrimonio: 1.000 milioni di dollari). È il figlio di Grace Kelly e del Principe Ranieri III, ex principe di Monaco. Noto come playboy, si è sposato nel 2011 con Charlene Wittstock. Possiede numerose beni immobili a Monaco e in Francia, oltre a detenere la Société des Bains de Mer de Monaco, che gestisce il gioco e l’industria dello spettacolo di Monaco.
  10. Sultano Qaboos bin Said Al Said dell’Oman  (patrimonio: 700 milioni di dollari). Il Sultano regna l’Oman come un monarca assoluto, anche se recentemente ha dimostrato una certa apertura verso l’idea di elezioni parlamentari in cui le donne possano votare e candidarsi. Ha avuto il grande merito di rendere l’Oman uno stato neutrale in grado di lavorare sia con l’Iran che con gli Stati Uniti. Dopo aver destituito il padre con un colpo di stato, ha ampliato le relazioni internazionali, ha costruito scuole e autostrade e attualmente spende una parte significativa dei proventi del petrolio per l’assistenza sanitaria e l’istruzione nel suo paese.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

metallirari.com

il tuo LIKE sarà di grande aiuto!

smile red

Send this to a friend