Il settore del litio è ottimista per il 2021

Da anni il settore del litio attende il boom delle auto elettriche. Il 2021 sarà l’anno buono? Ecco cosa ne pensano esperti ed operatori del settore…

In un anno in cui l’attenzione di tutti era rivolta all’impatto della pandemia di coronavirus, l’interesse per i metalli delle batterie, litio compreso, è cresciuto. Inoltre, i governi hanno continuato a promuovere programmi per andare verso una società verde, con i veicoli elettrici (EV) al centro di ogni piano.

Tendenze nel 2020

Gli ultimi anni hanno visto le miniere di litio impegnate nel trovare il modo di sopravvivere in condizioni di mercato assai difficili. Per riuscirci hanno ridotto la produzione e tagliato i costi. Ma, alla fine del 2019, il settore ha mostrato segni di ripresa, con un miglioramento anche sui mercati azionari di quelle società quotate in borsa.

Perciò, molti si attendevano una stabilizzazione o una crescita dei prezzi del litio nel corso del 2020, ma ciò non è avvenuto fino alla fine dell’anno. Ovviamente, il COVID-19 ha contribuito negativamente.

I primi tre mesi dell’anno hanno determinato un rallentamento della domanda di litio in Cina, il più grande attore del settore. Inoltre, hanno portato un forte calo della produzione e delle vendite di veicoli elettrici a seguito dei fermi produttivi per contenere la pandemia da parte delle case automobilistiche. In questo difficile contesto, l’obiettivo principale dei produttori di litio è stato quello di rallentare la diffusione del virus, nonché di cercare di mantenere bilanci sani per riuscire a sopravvivere.

Ma, con la seconda metà dell’anno, la domanda di veicoli elettrici in Europa è cresciuta e la ripresa economica in Cina ha lasciato tutti a bocca aperta. Anche se i prezzi hanno mantenuto una tendenza al ribasso, è aumentato l’interesse per il litio.

Nonostante prezzi del litio più bassi, molti titoli azionari di aziende del settore sono cresciuti sulla scia della prevista domanda di EV e di dispositivi per lo stoccaggio di energia.

Previsioni per il 2021

Quasi superfluo sottolineare che gli esperti prevedono un futuro brillante per il litio, anche per la volontà di molti governi che spingono verso una mobilità fatta di veicoli elettrici.

Anche i produttori di litio rimangono ottimisti. La cilena SQM prevede che il mercato si espanderà del 20% all’anno, raggiungendo tra 800.000 e 1 milione di tonnellate entro il 2025.

SQM, che ha visto le sue vendite aumentare costantemente nel 2020 nonostante la pandemia, ha in corso un piano di investimenti quadriennale da 1,9 miliardi di dollari. L’azienda mira a più che raddoppiare la sua capacità di produrre carbonato di litio.

La sua rivale, la statunitense Albemarle, prevede che i prezzi del litio per il 2021 diminuiranno leggermente.

Un altro importante attore del mercato, la statunitense Livent, continua ad aspettarsi una crescita significativa della domanda di veicoli elettrici. Nonostante le interruzioni delle catene di fornitura a livello globale dovute al COVID-19, la domanda di composti di litio accelererà nel 2021.

Infine, anche l’australiana Lake Resources si aspetta un mercato del litio in crescita nel 2021. Infatti, Unione Europea e Stati Uniti hanno legiferato e continuano a farlo, per un passaggio dalle auto con motore a combustione interna verso quelle elettriche. Giocoforza la necessità di grandi quantità di metalli per batterie, con il litio in prima fila.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***