Segnali ribassisti per il ferro. Cresce il materiale accumulato nei porti cinesi

Anche se il prezzo del minerale di ferro si è stabilizzato, le scorte elevate nei porti smorzano le prospettive per il prossimo anno.

Segnali ribassisti per il ferro. Cresce il materiale accumulato nei porti cinesi

Anche se i prezzi si sono stabilizzati (poco sopra i 100 dollari per tonnellata), in Cina c’è troppa materia prima in arrivo nei porti.

Tanto, troppo ferro in accumulo nei porti cinesi

Le scorte di minerale di ferro accumulate nei porti nelle ultime settimane sono un segnale ribassista e le previsioni parlano di ulteriori accumuli nei prossimi 2 o 3 mesi, almeno fino a dopo le Olimpiadi Invernali di Pechino.

Venerdì i futures sul minerale di ferro al Dalian Commodity Exchange sono scesi, come conseguenza dell’aumento delle scorte e della debole domanda. Per gli analisti si tratta di un segnale che i prezzi potrebbero indebolirsi ulteriormente nel 2022.

Secondo Westpac, banca d’investimento australiana, i prezzi del minerale di ferro potrebbero scendere a 75 dollari a tonnellata entro la fine del 2022. La causa principale di tanta discesa sono i severi controlli delle autorità cinesi sulla produzione di acciaio per ridurre le emissioni.

Si spera che la domanda di acciaio aumenti, ma si ignora l’eccesso di materia prima in arrivo

Ciò nonostante, come riporta Reuters, il mercato sembra si stia preparando per un rimbalzo della domanda di acciaio nella prima metà del prossimo anno. Sembra infatti che l’ottimismo derivante dalle misure di stimolo di Pechino per rafforzare la sua crescita economica e dal sostegno politico per le società immobiliari in crisi, possa sostenere nel breve termine la domanda di acciaio e, di conseguenza, anche i prezzi del ferro. Una speranza basata su una visione ottimistica sulla domanda di acciaio per il prossimo anno, che ignora però totalmente i fondamentali del mercato.

Per questi motivi, gli operatori non possono fare a meno di guardare con preoccupazione all’accumulo crescente di ferro nei porti cinesi. Tutto materiale che, anche se non nell’immediato, trascinerà con ogni probabilità i prezzi verso il basso.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono disabilitati. Per commentare gli articoli è possibile farlo sulle nostre pagine social su FACEBOOK, TWITTER o INSTAGRAM ***