C’è un forte pessimismo per i metalli ferrosi e non ferrosi in Cina

Le quotazioni del ferro sono in calo in Cina, mentre il governo si sta muovendo per raffreddare i prezzi del carbone.

C'è un forte pessimismo per i metalli ferrosi e non ferrosi in Cina

In Cina, il sentimento di mercato sta diventando pessimista, penalizzando i prezzi dei metalli ferrosi e non ferrosi. Naturalmente, quando il mercato dei metalli cinese si raffredda, gli effetti si sentono in tutto il resto del mondo.

La scorsa settimana i prezzi del minerale di ferro hanno continuato a scendere mentre il governo cinese ha rafforzato le misure per fermare l’aumento dei prezzi del carbone.

Crollo dei futures sul carbone

Secondo gli analisti di SinoSteel Futures, il mercato è nel panico a causa degli interventi governativi sul carbone e per l’inasprimento delle regole delle borse sulla negoziazione dei prodotti più rilevanti. Per esempio, il contratto sul carbone termico allo Zhengzhou Commodity Exchange è sceso del 9,7% in una giornata (161 dollari a tonnellata), toccando il prezzo intraday più basso da metà settembre. Rispetto ai massimi del 19 ottobre, i futures sul carbone sono crollati di oltre il 40%.

Sul fronte dei metalli il bollettino di guerra è doloroso: il minerale di ferro, purezza 62%, è sceso a 113 dollari a tonnellata (-5,8% rispetto al giorno precedente), i futures sull’acciaio inossidabile di Shanghai con consegna a dicembre sono scesi a 19.295 yuan per tonnellata (-3,2%), il rame su dicembre ha perso 254 dollari in una settimana, così come l’alluminio ha perso 334 dollari e il nichel quasi 950 dollari.

La domanda di ferro è destinata a scendere

Per CITIC Securities, la domanda di ferro a lungo termine è condannata ad un peggioramento. Le cause sono i crescenti controlli sul consumo di energia nel paese e i vincoli ambientali durante la stagione del riscaldamento invernale.

Come se non bastasse, si aggiungeranno tra pochi mesi anche le Olimpiadi Invernali di Pechino che peggioreranno il deficit energetico a tutto svantaggio dei settori industriali a più alto consumo di energia, con il siderurgico in testa.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***