Settore minerario: 7 preziosi consigli per l’investitore

Gli esperti del settore minerario svelano i sette segreti che ogni investitore dovrebbe conoscere prima di iniziare ad investire in questo comparto.

Quando si tratta di miniere, l’investitore medio italiano si trova abbastanza a disagio. Infatti, forse perchè da decenni nel paese il settore è stato abbandonato, le informazioni a riguardo sono poche e incomplete. Ecco perchè molti ritengono che le miniere siano Old Economy e sinonimo di un economia marginale e destinata presto a scomparire.

La realtà, naturalmente, è assai diversa. Tutta l’economia globale è ancora trascinata dalle materie prime, così come tutte le nuove tecnologie. Materiali vecchi e nuovi, dall’alluminio al litio, dai fosfati alla grafite, provengono ancora dalle vecchie miniere che consentono a tutto il sistema economico mondiale di produrre beni fisici.

Tornando quindi all’investitore con poche e incomplete informazioni a riguardo, abbiamo raccolto alcuni tra i più importanti consigli che gli esperti non mancano mai di suggerire a tutti coloro ai quali interessa mettere un piede nel settore.

Informazione, informazione e ancora informazione

Questo suggerimento potrebbe sembrare ovvio, ma quello che gli esperti riscontrano spesso quando si confrontano con gli investitori, è una mancanza di informazioni. Il settore minerario è in continuo cambiamento e i prezzi delle materie prime sono sempre soggette ai venti della domanda e dell’offerta di mercato. Ma, quasi sempre, seguendo la logica del mercato.

Il settore minerario è meno esposto di altri ai capricci della finanza e alle sue speculazioni basate su decisioni prese nelle stanze dei bottoni. Poichè comandano i dati fondamentali (domanda e offerta), anche il piccolo investitore può disporre di informazioni adeguate per fare le migliori scelte di investimento.

Una saggia selezione delle migliori aziende

Investire in un azienda del settore presuppone conoscerla, raccogliendo le informazioni più importanti riguardo alla società, alle persone che la gestiscono e alle strategie che si è data. A questo punto, è bene avere chiara la differenza tra il prezzo e il valore dell’azienda prescelta.

Quando è possibile acquistare titoli ad un prezzo inferiore al valore, l’investimento parte con il piede giusto.

Diversificare sempre

Diversificare gli investimenti è una regola d’oro, che vale anche per il settore minerario.

Considerando soltanto la diversificazione all’interno del comparto, una buona idea è di bilanciare l’investimento tra metallo fisico e titoli azionari delle società prescelte. Quindi, per chi ha già un’esposizione sul metallo fisico (per esempio chi possiede argento oppure oro), è senza dubbio consigliabile diversificare con titoli di società minerarie.

Non dimenticare mai il buonsenso

Per non cadere nell’illusione di mirabolanti profitti, il consiglio è molto semplice: usare sempre il buonsenso. Inoltre, il prezzo di un investimento è importante soltanto nel caso si abbia un’opinione sul suo valore, altrimenti il prezzo è soltanto un’astrazione fluttuante. E, come già detto, quello che conta è la differenza tra il prezzo e il valore.

Che rischio puoi sopportare?

Può sembrare scontato ma ogni investitore deve, come prima cosa, conoscere sé stesso e la propria propensione al rischio. In tal modo, si possono scartare tutte le opzioni che vanno oltre il massimo rischio che si è disposti a correre e… si possono dormire sonni tranquilli.

Non seguire il gregge

È allettante, oltre che facile, seguire quello che la maggior parte degli investitori sta facendo, ma è improbabile che chi adotta questo approccio possa godere di un successo maggiore. Fare il bastian contrario con dati e informazioni complete, può fare la differenza tra un buono e un cattivo investimento.

Mai dimenticare che il mercato è ciclico

Tutti sanno che il settore delle materie prime è ciclico ma, spesso, gli investitori se ne dimenticano e preferiscono, soprattutto nel breve termine, lasciarsi prendere o dall’entusiasmo per i profitti o dal panico per le perdite.

Per esempio, quando un metallo come il rame scende le miniere chiudono e quando le miniere chiudono i prezzi salgono e quando i prezzi salgono le miniere riaprono e quando le miniere riaprono i prezzi scendono, etc. etc.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.