Economia

I tassi di interesse della secessione

I processi di secessione in atto in tutto il mondo riservano grandi opportunità per gli investitori e rappresentano un passo verso l’indipendenza e la libertà di molti popoli. In tutta Europa i prossimi mesi potrebbero riservare molte sorprese per tutti i movimenti indipendentisti.

I tassi di interesse della secessione

Avete mai visto un mappamondo del 1960? Se ne trovate uno vi sorprenderete nel vedere paesi come Honduras Britannico, Rhodesia e Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche. Oggi tutti questi paesi sono scomparsi, almeno nei nomi.

Se poi andiamo a vedere la mappa dell’Europa nel 1914, le differenze sono ancora più radicali. L’Austria era un impero immenso, la Slovacchia e la Repubblica Ceca non esistevano e la Turchia era un grande impero chiamato l’Impero Ottomano.

Non c’è dubbio che i confini delle nazioni sono qualcosa che cambia nel tempo e che gli esseri umani tendono a scegliere di vivere in modo indipendente, in gruppi omogenei tra loro. Questo è probabilmente il motivo per cui ad oggi esistono più di 200 nazioni, contro le circa 70 nel 1945.

Anche ai nostri giorni il processo che porta alla ricerca di indipendenza da parte di molti popoli non sembra essersi fermato. Il prossimo 18 settembre la Scozia terrà un referendum per decidere se separarsi dal Regno Unito, dopo 307 anni di unione. Il Regno Unito ha promesso di accettare e onorare il risultato che gli elettori decideranno.

Il processo di secessione è, dal punto di vista degli investitori, un’opportunità internazionale di trovare nuovi sbocchi per il proprio denaro

La provincia spagnola della Catalogna vuole da anni una separazione dalla Spagna. Fa parte della Spagna dal 1714, ma prima di allora era una nazione indipendente e il 9 novembre i catalani voteranno a favore o contro l’indipendenza. Il governo spagnolo ha però dichiarato che il referendum è illegale e il suo risultato nullo.

In Italia esistono ben tre movimenti secessionisti: la Lega Nord e i gruppi indipendentisti del Veneto e della Sardegna. Quest’anno il 90% degli elettori in provincia di Venezia ha votato a favore dell’indipendenza. Anche se il voto non è stato legalmente riconosciuto, sarà impossibile ignorarlo nel futuro.

Naturalmente, a nessun governo piacciono i movimenti secessionisti, perché il loro successo comporta una perdita di potere. Le nazioni piccole hanno governi più piccoli, eserciti più piccoli, polizie più piccole e non hanno lo stesso potere dei paesi più grandi.

I critici della secessione evidenziano che i paesi piccoli che ottengono l’indipendenza, dovrebbero pagare tassi di interesse più elevati sui Titoli di Stato che emettono. Cosa che potrebbe anche essere vera per i primi anni di indipendenza. Ma non è una realtà inevitabile nel lungo termine.

Inoltre i paesi europei in cerca di indipendenza sono stati minacciati di perdere l’adesione all’Unione Europea.

Tuttavia, piccoli paesi come la Svizzera e Singapore, pagano tassi di interesse molto bassi sul loro debito sovrano e, nel caso della Svizzera e anche della Norvegia, che non sono membri dell’Unione Europea, le loro monete (franco svizzero e corona norvegese) sono tra le valute più forti del mondo.

Certamente nuove nazioni come Scozia, Catalogna o  Veneto sarebbero costrette a competere economicamente, finanziariamente e militarmente con i paesi confinanti. Avrebbero bisogno di nuove fonti di investimento, manodopera qualificata e tante altre cose per costruire le loro nuove nazioni.


Forse, nel breve termine, le nuove nazioni dovranno offrire tassi di interesse più elevati sul loro debito per rendere più attrattivo l’investimento e stendere tappeti rossi a tutti gli imprenditori interessati a scommettere sull’economia del paese, comprese facilitazioni fiscali e normative.

Perciò il processo di secessione è, dal punto di vista degli investitori, un’opportunità internazionale di trovare nuovi sbocchi per il proprio denaro, mentre per la popolazione è l’espressione dell’auto-determinazione e della libertà. Il prossimo futuro potrebbe riservare sorprese positive per entrambi.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Libro Metalli Rari

Send this to friend