Produttori di ferro: le prime 5 aziende del mondo

Alcune tra le più grande aziende minerarie del mondo si occupano di estrazione di minerale di ferro, con una grande concentrazione nell’Australia occidentale.

Produttori di ferro: le prime 5 aziende del mondo

Circondati da un mondo virtuale e digitale, da APP, influencers e intelligenza artificiale, è facile dimenticare che la realtà in cui viviamo è fatta da oggetti fisici, per i quali un metallo come il ferro costituisce una componente vitale. Senza ferro non esisterebbe l’acciaio e la nostra società non sarebbe quella che conosciamo.

Quindi, le aziende che producono ferro, o meglio che estraggono il minerale di ferro, svolgono un ruolo eccezionalmente importante per tutto il sistema industriale globale. Si tratta di un’attività che produce qualcosa come 2,4 miliardi di tonnellate all’anno (dati 2020 dello US Geological Survey).

Per aggiungere un altro tassello al panorama di questo mercato, è importante sapere che l’Australia é il paese che possiede le più grandi riserve di minerale di ferro al mondo, con circa 50 miliardi di tonnellate. Ciò spiega perché le maggiori aziende minerarie del settore hanno impianti in questo paese.

Ma ecco quali sono stati i 5 più grandi produttori di ferro del mondo nel 2020…

VALE (produzione annua: 300 milioni di tonnellate)

È la brasiliana Vale il primo produttore mondiale di minerale di ferro, con una produzione totale di poco più di 300 milioni di tonnellate, in leggero calo rispetto al 2019 quando aveva prodotto 302 milioni di tonnellate. La sua più grande miniera è Carajás, nel nord del Brasile, che è anche tra le più grandi miniere di minerale di ferro del mondo.

RIO TINTO (produzione annua: 286 milioni di tonnellate)

La multinazionale anglo-australiana ha prodotto poco meno di 286 milioni di tonnellate, con un aumento dell’1,7% rispetto all’anno precedente. La maggior parte degli impianti di Rio Tinto si trovano nella regione australiana di Pilbara e comprendono una rete di 16 miniere di minerale di ferro, quattro terminal portuali, una rete ferroviaria di 1.700 chilometri e altre infrastrutture correlate. Rio Tinto ha anche una partecipazione di maggioranza nella Iron Ore Company of Canada (IOC).

BHP (produzione annua: 248 milioni di tonnellate)

Anche BHP ha sede in Australia e, nel 2020, ha estratto il 3,9% in più dell’anno precedente. Le attività minerarie della società sono concentrate nella regione di Pilbara, nell’Australia occidentale, con cinque miniere, quattro centri di lavorazione e due strutture portuali.

FORTESCUE METALS GROUP (produzione annua: 204 milioni di tonnellate)

L’australiana Fortescue Metals Group (FMG) ha prodotto nel 2020 poco meno rispetto all’anno precedente. A differenza delle altre società di questa classifica che hanno interessi diversificati anche in molte altre materie prime, FMG è stato storicamente focalizzata nell’estrazione di minerale di ferro.

ANGLO AMERICAN (produzione annua: 61 milioni di tonnellate)

Anglo American ha prodotto poco più di 61 milioni di tonnellate di minerale di ferro nel 2020, in calo rispetto ai 65,5 milioni di tonnellate dell’anno precedente. La società ha sede a Londra, mentre le sue miniere sono in Sudafrica (Kumba) e in Brasile (Minas-Rio).

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***