Manganese: mappa dei paesi produttori

Il manganese è un metallo assai importante per la produzione di acciaio. Ma quali sono i principali paesi produttori di manganese?

Manganese: mappa dei paesi produttori

Per chi opera sul mercato del manganese, la volatilità è diventata la norma negli ultimi anni.

Dopo un forte calo dei prezzi nel 2019, i blocchi provocati dal COVID-19 hanno fatto impennare il prezzo del manganese a maggio dello scorso anno, per poi farlo scendere nella seconda parte dell’anno. Quest’anno, la forte domanda cinese di manganese elettrolitico per produrre acciaio per l’edilizia potrebbe essere il motore di una crescita dei prezzi.

Mentre l’industria siderurgica è il principale utilizzatore di questo metallo, non va dimenticato che viene anche miscelato con l’alluminio per produrre barattoli a base di stagno. Inoltre, il biossido di manganese e l’ossido di manganese sono spesso usati come materiali catodici nella produzione di batterie zinco-carbonio e alcaline.

Tuttavia, uno degli utilizzi più promettenti del manganese è nel settore delle batterie agli ioni di litio. Infatti, il manganese viene utilizzato per produrre ossido di litio-nichel-manganese-cobalto, che migliora il carico energetico e la durata della batteria.

Insomma, il mercato del manganese è in grande sviluppo per la gioia di tutti i paesi che lo producono, con il testa il Sudafrica responsabile del 78% delle riserve mondiali. In termini di produzione, la distribuzione geografica di questo metallo è concentrata in Sudafrica e Australia, ma anche altri paesi fanno la loro parte. Secondo gli ultimi dati (2020) dello US Geological Survey’s la situazione è questa…

SUDAFRICA (produzione mineraria: 5,2 milioni di tonnellate)

Il Sudafrica è nettamente il più grande produttore mondiale di manganese, anche se nel 2020 la sua produzione è diminuita leggermente rispetto alle 5,8 milioni di tonnellate. Il paese detiene anche le maggiori riserve di manganese del mondo (520 milioni di tonnellate).

AUSTRALIA (produzione mineraria: 3,3 milioni di tonnellate)

La produzione australiana di manganese è aumentata nel 2020 rispetto ai 3,18 milioni di tonnellate del 2019. Nel paese opera South32, un gigante minerario che riveste un ruolo di primo piano anche nel mercato sudafricano.

GABON (produzione mineraria: 2,8 milioni di tonnellate)

Situato sulla costa centro-occidentale del continente africano, il Gabon ha registrato un leggero aumento rispetto ai 2,51 milioni di tonnellate dell’anno precedente. La miniera più importante del paese è Moanda.

GHANA (produzione mineraria: 1,4 milioni di tonnellate)

La produzione del Ghana nel 2020 è scesa rispetto agli 1,55 milioni di tonnellate prodotte nel 2019. La maggior parte del manganese nel paese viene estratto nella regione occidentale, intorno alla città di Takoradi.

CINA (produzione mineraria: 1, 3 milioni di tonnellate)

La Cina ha prodotto un po’ meno rispetto all’anno precedente. Il paese non è solo un protagonista nella produzione di minerale di manganese, ma anche un importante consumatore, dal momento che ne utilizza grandi quantità per la produzione di acciaio. Inoltre, grazie ad una recente scoperta geologica nella provincia di Guizhou, la Cina possiede 54 milioni di tonnellate di riserve (sesta riserva più grande del mondo).

BRASILE (produzione mineraria: 1, 2 milioni di tonnellate)

Il Brasile ha prodotto 1,2 milioni di tonnellate di manganese nel 2020, una produzione inferiore ai 1,74 milioni di tonnellate nel 2019. Il maggiore produttore del paese è la Vale, che ottiene l’80% del suo manganese dalla miniera di Azul.

INDIA (produzione mineraria: 640.000 tonnellate)

Come Cina e Brasile, l’India è uno dei leader nel consumo di manganese, nonché uno dei principali produttori al mondo. La stragrande maggioranza del manganese indiano è destinata alla produzione di acciaio, ma si pensa che il paese dovrà presto affrontare una grave carenza di metallo.

UCRAINA (produzione mineraria: 550.000 tonnellate)

Il paese è tra i primi cinque al mondo per quanto riguarda le riserve di minerale (140 milioni di tonnellate). Il bacino ucraniano di Nikopol contiene circa un terzo delle riserve note. L’Ucraina ha anche importanti giacimenti di minerale di ferro, carbone e titanio.

COSTA D’AVORIO (produzione mineraria: 460.000 tonnellate)

La Costa d’Avorio, che ha prodotto leggermente meno rispetto all’anno precedente, esporta gran parte del suo manganese in Cina.

10º

MYANMAR (produzione mineraria: 400.000 tonnellate)

Il Myanmar (Birmania) ha prodotto 30.000 tonnellate in meno rispetto al 2019. Altre informazioni su questo settore nel paese non sono disponibili.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***