Magnesio: domanda e produzione in crescita per i prossimi 10 anni

Nei prossimi 10 anni, la domanda globale di magnesio continuerà a crescere, con un tasso di crescita medio annuo del 5,2%.

Magnesio: domanda e produzione in crescita per i prossimi 10 anni

Sono acciaio, alluminio e rame i metalli del momento, che stanno catturando l’attenzione di tutti, consumatori e produttori. Ma esistono altri metalli che oggi non si trovano sotto i riflettori dei mass-media internazionali ma che sarebbe un grosso errore trascurare, soprattutto dal punto di vista di un investitore.

Il settore auto guiderà la crescita della domanda

Come nel caso del magnesio, la cui domanda globale continuerà a crescere nei prossimi 10 anni ad un tasso di crescita medio annuo del 5,2%. Le previsioni sono della Australian CM Consulting Company, che le ha recentemente rese pubbliche durante la 78th World Magnesium Conference of the International Magnesium Association.

La crescita dell’utilizzo della lega di magnesio nel settore automobilistico sarà il principale motore per la continua crescita della domanda di metallo. Il tasso di crescita medio annuo del consumo di magnesio nel settore automobilistico sarà del 7,6% dal 2021 al 2030.

Sarà soprattutto lo sviluppo di veicoli elettrici il driver del consumo di magnesio nei prossimi anni. Ma anche la quantità di magnesio utilizzata in campo metallurgico continuerà a crescere, spinta dalla crescita dell’alluminio per l’aviazione e del titanio.

La Cina rimarrà ancora il primo produttore mondiale

Con una domanda che si espande, riuscirà l’offerta a tenere il passo?

Tra il 2020 e il 2030 il tasso di crescita medio annuo della produzione globale di magnesio sarà del 5,1% e l’output raggiungerà circa 1,4 milioni di tonnellate entro il 2025 e circa 1,8 milioni di tonnellate entro il 2030.

La Cina e altri paesi metteranno certamente in pista nuovi progetti per la produzione di magnesio primario, spinti dalla domanda e dai prezzi. Il tasso di crescita medio annuo della produzione in Cina è stimato al 4,3% e quello negli altri paesi al 7,8%.

Rimarrà la Cina come più importante produttore mondiale di magnesio primario e la sua produzione rappresenterà oltre il 75% del totale mondiale. Tuttavia, il panorama delle forniture globali subirà alcuni cambiamenti, con una diversificazione dell’offerta grazie a paesi come Canada, Stati Uniti, Australia e Norvegia.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***