Gas naturale in Italia. Ecco le regioni che ne producono di più

La produzione italiana di gas naturale è ai minimi storici. Ma quali sono le regioni che contribuiscono maggiormente?

Gas naturale in Italia. Ecco le regioni che ne producono di più

L’energia è improvvisamente tornata di moda, anche in un paese come il nostro che per decenni ha relegato le questioni energetiche al gradino più basso delle priorità nazionali. Ma quello che non è riuscito a fare il buonsenso, è riuscito a farlo Putin, tagliandoci le forniture di gas e mettendoci di fronte alla minaccia di inverni drammatici.

Quindi, anche i poveri giacimenti di gas italiani hanno improvvisamente guadagnato d’importanza. Un po’ tardi dirà qualcuno, visto che nel 2000 la produzione italiana era di 17 miliardi di metri cubi mentre vent’anni dopo (2020) è scesa a 4 miliardi. Ma nel 2021 la discesa è continuata e, secondo i dati Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), l’anno scorso la produzione nazionale di gas ha raggiunto il minimo storico, crollando del -16,7% rispetto al 2020.

Produciamo circa 3 miliardi di metri cubi a fronte di un consumo di 76 miliardi

Le stime del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) riferite al 2021 indicano 3,34 miliardi di metri cubi di gas naturale estratto, a fronte di un consumo complessivo di 76,1 miliardi di metri cubi. Di conseguenza, l’Italia importa enormi quantità di gas dall’estero, al contrario di quanto succedeva tra gli anni ’90 e 2000 quando la produzione nazionale raggiungeva picchi attorno ai 20 miliardi di metri cubi all’anno.

Ma torniamo alla situazione odierna. I 3,34 miliardi di metri cubi di gas naturale che estraiamo provengono da 1298 pozzi (514 operativi, 752 non attivi e i restanti sono di controllo e manutenzione). Il 70% dei pozzi sono gestiti da ENI, il 16% da Royal Dutch Shell e il resto da società minori. 

Fortunatamente c’è la Basilicata!

Concentrando l’attenzione sui pozzi onshore (quelli su terra) la regione che estrae nettamente più gas di tutte è la Basilicata, con più di un miliardo di metri cubi su un totale nazionale di 1,482 miliardi di gas onshore. Il gas offshore (in mare) ammonta invece a 1,72 miliardi di metri cubi.

Ecco infine la graduatoria delle regioni italiane che, nel 2021, hanno estratto più gas naturale (onshore) secondo i dati del MISE (smc=standard metro cubo).

Le 12 regioni d’Italia che producono gas naturale (onshore)

Basilicata
1.079 milioni smc

Sicilia
149,2 milioni smc

Emilia Romagna
119 milioni smc

Molise
53 milioni smc

Puglia
45 milioni smc

Abruzzo
8,4 milioni smc

Lombardia
8,3 milioni smc

Piemonte
6,4 milioni smc

Marche
5 milioni smc

10º Calabria
4,7 milioni smc

11º Toscana
2,7 milioni smc

12º Veneto
0,8 milioni smc

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono disabilitati. Per commentare gli articoli è possibile farlo sulle nostre pagine social su FACEBOOK, TWITTER o INSTAGRAM ***