I 10 paesi con le più grandi riserve di petrolio del mondo

Anche le riserve petrolifere sono una parte della ricchezza di un paese. In questi termini, ecco quali sono i paesi più ricchi.

Quando si parla di riserve petrolifere, non tutti ne conoscono il significato esatto, per quanto possa sembrare intuitivo. Infatti, le riserve sono la quantità di petrolio che si stima potrà essere estratto da giacimenti già scoperti.

In altre parole, si tratta di stime, in base alle attuali conoscenze tecniche ed economiche, sulle quantità di petrolio estraibile dai giacimenti conosciuti. Non sorprende che quasi l’80% delle riserve mondiali di petrolio si trovi nei paesi OPEC (l’organizzazione dei paesi esportatori di petrolio).

È il Venezuela a possedere le più grandi riserve

Un paese travagliato da conflitti e povertà è anche quello con le maggiori riserve petrolifere del mondo. Il Venezuela detiene infatti circa il 18% di tutte le riserve globali. Naturalmente, il petrolio svolge un ruolo centrale nell’economia venezuelana visto che rappresenta oltre il 90% delle esportazioni.

Tuttavia, l’invecchiamento delle infrastrutture e la mancanza di investimenti sta inesorabilmente riducendo la produzione annuale di petrolio in questo paese sudamericano.

Ma anche l’Arabia Saudita detiene enormi riserve

Un paese che viene quasi automaticamente associato al petrolio, non poteva certo avere poche riserve petrolifere. Infatti, l’Arabia Saudita, con i suoi 267 miliardi di barili, è il secondo paese più ricco di riserve del mondo.

In questo paese mediorientale opera anche la più grande società produttrice di petrolio del mondo, oltre che la più redditizia: la Saudi Aramco.

Ma diamo uno sguardo complessivo alle 10 più grandi riserve di petrolio del mondo per paese, secondo gli ultimi dati di quest’anno della statunitense EIA (Energy Information Administration).

1

Venezuela (303 miliardi di barili)

2

Arabia Saudita (267 miliardi di barili)

3

Canada (167 miliardi di barili)

4

Iran (155 miliardi di barili)

5

Iraq (145 miliardi di barili)

6

Kuwait (101 miliardi di barili)

7

Emirati Arabi Uniti (97 miliardi di barili)

8

Russia (80 miliardi di barili)

9

Libia (48 miliardi di barili)

10

Stati Uniti (47 miliardi di barili)

E l’Italia?

Infine, per avere qualche riferimento nostrano, a qualcuno potrebbe interessare conoscere dove si colloca l’Italia in questo quadro.

Anche se il nostro paese è un microbo in termini di produzione petrolifera, le nostre riserve non sono così insignificanti come qualcuno potrebbe pensare, soprattutto se paragonate con gli altri paesi europei. Infatti, l’Italia detiene circa 1 miliardo di barili di riserve (0,1% delle riserve mondiali), una quantità che sarebbe sufficiente a soddisfare le esigenze italiane per i prossimi 25 anni senza dover importare idrocarburi dall’estero.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***