Il richiamo Fiat di 900mila veicoli, infiamma il palladio

Il mercato del palladio si sta preparando per una forte impennata della domanda a seguito del richiamo di Fiat di quasi 900.000 veicoli a benzina.

Il richiamo Fiat di 900mila veicoli, infiamma il palladio

In seguito al richiamo volontario di Fiat Chrysler Automobiles (FCA) di circa 900.000 veicoli a benzina, i consumatori di palladio in tutto il mondo temono che il deficit di metallo peggiorerà drammaticamente. Infatti, si pensa che la casa automobilistica dovrà provvedere alla sostituzione dei convertitori catalitici in tutti questi veicoli.

Il richiamo degli autoveicoli è il risultato delle indagini sulle emissioni inquinanti condotte dall’EPA americana (United States Environmental Protection Agency). Ma la cosa potrebbe non finire qui. Infatti, l’EPA continuerà a indagare su altri veicoli del gruppo Fiat che possano essere non conformi, caso nel quale potrebbero essere oggetto di richiami futuri.

Di certo, le autorità statunitensi sembrano fare molto sul serio quando trattano degli standard delle emissioni inquinanti.

Servono subito 2.200 chilogrammi di palladio

Gli esperti stimano in circa 2.200 chilogrammi l’improvviso fabbisogno di palladio della Fiat. Un fatto significativo in un mercato affetto da carenze di materiale.

La domanda di palladio è aumentata significativamente nell’ultimo anno, in quanto nuove e più severe normative sono state messe in atto nel tentativo di ridurre le emissioni dei veicoli a benzina. Queste norme hanno spinto i costruttori automobilistici ad aumentare il loro consumo di palladio, con un aumento della domanda di metallo.

Prezzi che non si erano mai visti prima

Nel caso del richiamo di Fiat, circa il 70% dei circa 3.000 chilogrammi di metalli preziosi necessari per sostituire i convertitori catalitici, sarà palladio. Anche se è probabile che il metallo delle auto richiamate verrà riciclato, ci vorranno almeno alcuni mesi prima che ritorni sul mercato.

In ogni caso, come conseguenza del richiamo, gli esperti di mercato prevedono che il palladio potrebbe salire a 1.650 dollari per oncia, livelli di prezzo che non si sono mai visti prima.

Attualmente (venerdì 15 marzo), il palladio vale 1.532 dollari per oncia.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend