Investimenti

La pietra più rara e preziosa del mondo? Il diamante rosso

Se tra i diamanti il vostro colore preferito è il rosso, scordatevi di possederne mai uno. Infatti, sono tra le gemme più rare del mondo e i loro prezzi sono davvero irraggiungibili, a meno che non vi accontentiate di un diamante sintetico…

I diamanti hanno conquistato il primo posto tra i beni più preziosi che esistono grazie alla loro rarità.

Anche se al giorno d’oggi è abbastanza discutibile parlare di rarità a riguardo di tutti i diamanti, è certo che i diamanti rossi restano uno degli oggetti più rari presenti in natura. Tra tutte le pietre preziose, gli esperti non hanno dubbi su quale è la più rara: è il diamante prevalentemente rosso. Può sembrare una cosa un po’ strana, ma gli addetti ai lavori considerano tale un diamante il cui colore principale sia il rosso, senza tonalità secondarie (come potrebbe essere il viola).

I diamanti possono essere presenti in quasi tutti i colori dello spettro, con il giallo che è il più comune tra tutti. Anche se quasi ogni diamante colorato è raro, il diamante rosso, come si diceva, non ha eguali per quanto riguarda la rarità.

Queste pietre sono così rare che, andando a scartabellare i registri della GIA (Gemological Institute of America), si scopre che per un periodo di 30 anni, dal 1957 al 1987, nessuna pietra è stata certificata “rossa” come unico termine descrittivo. Considerate che la GIA, l’associazione per la certificazione di pietre preziose più importante del mondo, ha classificato molti dei diamanti colorati più famosi.

Ad aggiungere altro fascino e mistero a questi diamanti è la causa del loro colore, per la quale anche gli scienziati hanno ipotesi non ancora certe. Una spiegazione è che il colore rosso venga generato da difetti nella struttura atomica risultante dal movimento degli atomi lungo la direzione ottaedrica.

I prezzi dei diamanti rossi

In tutta la storia dell’uomo, sono noti solo venti o trenta diamanti rossi, ritrovati per lo più in Africa, Australia e Brasile. La loro dimensione, in quasi tutti questi casi, è inferiore a mezzo carato. Per questa ragione, i loro prezzi sono sorprendentemente alti rispetto ai diamanti tradizionali. Approssimativamente, si può considerare che 0,20 carati possano valere almeno 100.000 dollari, anche se il prezzo, a detta degli esperti, è destinato a crescere drasticamente nei prossimi anni.

Se poi andiamo a vedere alcuni diamanti rossi diventati famosi, le cifre diventano iperboliche.

Le gemme più famose e preziose

È il caso dell’Hancock Red, uno dei diamanti rossi più famosi. Quando il 28 aprile 1987 fu messo all’asta da Christie’s, a New York, conquistò il titolo della gemma più costosa del mondo. Il prezzo di vendita finale fu di 880.000 dollari per una pietra da 0,95 carati. Otto volte le stime pre-vendita.

Ma non è l’unico caso di diamante rosso famoso.

moussaieff red
Moussaieff Red
hancock red
Hancock Red
rob red
Rob Red

Originariamente noto come “Red Shield“, il Moussaieff Red, esposto nel 2003 alla mostra “The Splendor of Diamonds” allo Smithsonian National Museum of Natural History (Stati Uniti), è un brillante dal colore rosso intenso, con un peso di 5,11 carati. Si pensa che questa pietra incredibile sia stato ritrovata da un contadino brasiliano verso la metà degli anni novanta nel fiume Abzetezinho e, da grezzo, pesava 13,90 carati. Essendo una gemma unica, è praticamente impossibile attribuirgli un prezzo. Attualmente, è il più grande diamante rosso del mondo.

Il Rob Red non è da meno. Questa gemma da 0,59 carati a forma di goccia (VS1) è stata descritta come il diamante rosso più saturo e più puro misurato visivamente e strumentalmente fino ad oggi nel mondo. Anche il Rob Red è stato presumibilmente trovato in uno dei depositi alluvionali situati in qualche zona remota nell’interno del Brasile.

Infine, una buona notizia per tutti coloro che sognano di possedere un diamante rosso ma non possono permetterselo. Sia i diamanti naturali che quelli sintetici possono essere trattati per produrne di colore rosso, solitamente con irradiazione seguita da ricottura. Anche se questi diamanti sono comunque costosi, rimangono l’opzione più accessibile per coloro che amano il colore rosso.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend