Mercati

Le banche manipolavano i prezzi dei metalli preziosi, e non solo quelli…

È arrivata la conferma ufficiale di ciò che tutto il mercato sapeva da tempo: le banche hanno sistematicamente manipolato i prezzi di oro e argento, al momento del fixing, naturalmente a loro vantaggio. Lo stesso è avvenuto per i cambi valutari.

La scorsa settimana, le autorità di regolamentazione negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Svizzera hanno multato sei banche, per un totale di 4,3 miliardi dollari, per aver cercato di manipolare i mercati dei cambi.

I colpevoli sono Citigroup, JPMorgan Chase, la Royal Bank of Scotland Group, HSBC Holdings, la Bank of America e UBS, come riportato da Bloomberg. Le indagini erano state avviate dalla US Commodity Futures Trading Commission, dalla UK Financial Conduct Authority e dalla Swiss Financial Market Supervisory Authority .

Inoltre, UBS è stata sanzionata anche per la manipolazione dei prezzi dei metalli preziosi condotta dal suo trading-desk (facente parte dell’ufficio cambi) nel 2008. Come sottolinea il Financial Times, il gigante bancario svizzero, a differenza di altre banche, aveva una gestione dei metalli preziosi e del Forex strettamente integrate.

Nello stesso modo in cui hanno tentato di manipolare l’andamento delle valute estere, così hanno fatto per i metalli preziosi. Le indagini hanno scoperto che venivano negoziati in anticipo i metalli, soprattutto oro e argento, prima di rendere disponibili le informazioni per i clienti, creando loro un grave danno. In tutto ciò hanno giocato un ruolo chiave le chats elettroniche, durante le quali venivano decisi i prezzi.

UBS è stata multata per 800 milioni di dollari, ma potrebbero esserci altre sanzioni in cantiere

UBS è stata multata per 800 milioni di dollari, ma potrebbero esserci altre sanzioni in cantiere.

Secondo Bloomberg, ci saranno altri contenziosi sull’argomento, nei quali saranno coinvolti anche soggetti privati.


Da tempo tutto il mercato nutriva fondati sospetti sulle regolarità delle fissazioni dei prezzi di oro e argento (“Manipolazioni sul mercato dell’oro di Londra“), tanto che dopo 110 anni di attività il fixing di Londra è stato sospeso (“Il fixing dell’argento è finito. Cosa c’è dietro?“)

Nei prossimi anni si potrebbe aprire una pesante stagione di contenziosi contro i principali istituti bancari.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend