Un quasi-divieto di esportare rottami ferrosi. L’Italia sceglie il protezionismo

Molte polemiche sulla nuova norma del governo Draghi che disciplina l’export di rottami ferrosi e di materie prime.

Un quasi-divieto di esportare rottami ferrosi. L'Italia sceglie il protezionismo
C'è una sorpresa del nuovo decreto Ucrania Bis appena approvato dal governo italiano. È la normativa sull'export di materie prime considerate critiche. L’articolo 30 del decreto prevede che i rottami ferrosi, anche non provenienti dell'Italia, costituiscono materie prime critiche e la loro esportazione fuori dall'Unione Europea (UE) è soggetta all'obbligo di notifica. Quasi inutile dire c

Contenuto riservato agli abbonati

MR premium content

Tutti i contenuti Premium per 6 mesi


Sei già abbonato? ACCEDI

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***