Italia 2100: un paese di vecchi, con una popolazione dimezzata

Uno recente studio pubblicato su Lancet prevede che in alcuni paesi la popolazione si dimezzerà entro la fine del secolo.

Molti paesi vedranno la propria popolazione dimezzarsi entro il 2100. Ciò sarà un grosso problema per tutta l’umanità.

Questa conclusione è il risultato di un recente studio pubblicato su Lancet, l’autorevole rivista scientifica inglese.

Prima un picco a quasi 10 miliardi, poi la discesa

Anche se la popolazione mondiale raggiungerà il picco di 9,7 miliardi intorno al 2064, verso la fine del secolo scenderà a 8,8 miliardi. Con le persone in tutto il mondo che stanno avendo molti meno bambini, si prevede che 23 paesi vedranno la loro popolazione scendere alla metà dei livelli odierni.

Secondo i ricercatori dell’Università di Washington, autori dello studio, la maggior parte del mondo sta passando ad un declino naturale della popolazione. Qualcosa di ancora difficile da immaginare ma che comporterà una riorganizzare delle società.

Popolazione italiana dimezzata entro la fine del secolo

In paesi come Italia, Spagna, Portogallo e Thailandia la popolazione si dimezzerà entro la fine del secolo. Di fatto, con un livello educativo maggiore per le donne, insieme ad un’ampia disponibilità di strumenti contraccettivi, i tassi di fertilità stanno diminuendo in tutto il mondo. Proprio il contrario di quanto era accaduto dopo la Seconda Guerra Mondiale con il baby boom.

Il calo della popolazione in tutto il mondo ci costringerà a trovare nuove soluzioni e le economie della maggior parte dei paesi dipenderanno sempre più dagli immigrati e dalle frontiere aperte.

Inoltre, l’enorme popolazione di anziani creerà un enorme cambiamento sociale, suscitando molti interrogativi. Chi pagherà le tasse in un mondo di anziani? Chi pagherà l’assistenza sanitaria per gli anziani? Chi si prenderà cura di loro?

La risposta degli scienziati è pragmatica ma drastica: se non si riesce a trovare una soluzione a questo grave problema, la nostra specie è destinata a scomparire in pochi secoli!

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.