Mercati

Produttori di terre rare che brillano: +40% anno su anno

Per il settore delle terre rare il 2014 non è stato un anno da ricordare. Tuttavia, alcune società nel settore hanno registrato guadagni superiori al 40%.

Un pò come tutto il mercato delle materie prime, anche il settore delle terre rare non è così vivace come lo era qualche anno fa.

Anche i prezzi delle azioni quotate in borsa dei più importanti produttori di terre rare, Molycorp e Lynas per esempio, non se la sono cavate molto bene.

Tuttavia, non tutte le società del settore hanno subito andamenti negativi.

Anzi, alcune di esse hanno visto considerevoli aumenti nel corso del 2014, come si può vedere nell’elenco che segue, costituito dai produttori di terre rare le cui azioni sono cresciute almeno del 40% rispetto all’anno precedente.

  • Namibia Rare Earths (+52% anno su anno) – L’azienda ha il suo principale business nel progetto di Lofdal, in Namibia. Su un’area che si estende per 573 chilometri quadrati, l’azienda ha completato oltre 14.000 metri di perforazione per l’estrazione di terre rare. L’intero progetto ha un potenziale di sviluppo di 2.500 tonnellate di terre rare per giorno. Ad oggi, Namibia Rare Earths, è scambiata alla borsa di Toronto a 0,19 dollari.
  • GéoMégA Resources (+55% anno su anno) – La società, quotata alla borsa di Toronto, è scambiata a 0,155 dollari. È un’azienda di esplorazione mineraria che detiene il 100% del progetto di estrazione di terre rare e niobio in Quebec (Canada). Sta lavorando anche ad un nuovo sistema per la separazione di terre rare, da impiegare nella produzione delle stesse. L’azienda ha recentemente annunciato di avere scoperto dell’oro nella sua proprietà di Anik (Canada), dove ha subito avviato un progetto di esplorazione.
  • Mkango Resources (+42% anno su anno) – Anch’essa dislocata in Africa, la società sta sviluppando il progetto di Songwe Hill in Malawi, uno dei tre più importanti progetti di estrazione di terre rare nel continente africano. La società prevede che la miniera possa iniziare la produzione nel 2017. I prezzi delle azioni della società sono scambiati a 0,10 dollari (borsa di Toronto).

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend