Mercati

Ottimismo tra i produttori di argento per il 2014

Dopo un anno terribile per l’argento, la maggior parte dei produttori si aspetta che le quotazioni per il 2014 saranno in crescita.

Ottimismo tra i produttori di argento per il 2014

L’argento ha guadagnato il primato della peggiore performance durante il 2013. L’ultimo rapporto della Pricewaterhouse Coopers, esaminando tre metalli (rame, oro e argento) duramente colpiti dalla discesa dei mercati, è arrivato a questa conclusione anche se per la verità, l’evidenza era già sotto agli occhi di tutti gli investitori.

Le quotazioni dell’argento erano a 32 dollari/oncia a inizio anno e a luglio erano arrivate ai 18 dollari, che rappresenta un calo di circa il 40% rispetto alla sua quotazione massima di 50 dollari, raggiunta nel 2011.

Pricewaterhouse Coopers dipinge uno scenario caratterizzato da una crisi di fiducia che sta attraversando tutto il settore minerario e che spinge tutti gli investitori verso altri beni, spaventati dai prezzi molto bassi e dai deludenti rendimenti delle aziende minerarie. I timori che la situazione peggiorerà ulteriormente, sono abbastanza diffusi.

Pricewaterhouse Coopers dipinge uno scenario caratterizzato da una crisi di fiducia che sta attraversando tutto il settore minerario

Tuttavia, i fondamentali a favore di una crescita dei prezzi, rimangono molto forti e saranno di grande aiuto per invertire il trend negativo del settore. Molte aziende del settore concordano con queste aspettative e dall’indagine della Pricewaterhouse Coopers emerge che il 53% degli intervistati si aspetta che nei prossimi 12 mesi i prezzi cresceranno, mentre il 38% crede che i prezzi rimarranno più o meno immutati e soltanto il 9% è convinto che le quotazioni scenderanno ulteriormente.

Pricewaterhouse Coopers sottolinea un altro aspetto che contribuisce a non rendere attrattivo l’investimento in società minerarie del settore: la poca trasparenza dei costi totali di gestione.

Infatti, con i margini spremuti all’osso, a causa del calo dei prezzi, gli investitori e gli analisti vorrebbero una maggiore trasparenza delle componenti di costo per meglio valutare la convenienza di un eventuale investimento.

Le aziende che, oltre a beneficiare dei possibili rialzi delle quotazioni, daranno risposte convincenti a queste richieste di trasparenza potranno raccogliere risultati di successo durante tutto il prossimo anno.

METALLIRARI.COM © RIPRODUZIONE RISERVATA

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Send this to friend