Economia

I 5 più grandi produttori di diamanti industriali del mondo

La mappa mondiale delle più grandi riserve e dei più grandi produttori di diamanti del mondo ha, da molto tempo, l’epicentro nel continente africano.

I 5 più grandi produttori di diamanti del mondo

Dal 1870, la maggior parte dei diamanti di qualità in tutto il mondo sono stati estratti in AfricaRepubblica Democratica del Congo, Repubblica Centrafricana, Tanzania, Botswana, Lesotho, Sud Africa, Namibia, Angola, Ghana, Sierra Leone e Guinea.

Tuttavia, come è facile immaginare, il continente africano non consuma molti diamanti, che invece finiscono in un grande e ricco mercato oltre oceano.

Infatti, i maggiori consumi in tutto il mondo sono negli Stati Uniti, che costituiscono circa un terzo di tutto il mercato globale, pur non possedendo nessuna miniera di diamanti.


Al contrario, in altre regioni nel mondo, come Canada e Russia, la produzione di pietre preziose è cresciuta rapidamente, soprattutto negli ultimi anni, insidiando sempre più da vicino il primato di molti paesi africani.

Ecco i 5 paesi che producono il maggior numero di diamanti industriali naturali nel mondo, secondo le statistiche 2014 del United States Geological Survey (USGS).

  1. repubblica democratica del congoREPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO (produzione: 18 milioni di carati). Il paese è noto per i suoi ricchi giacimenti minerari, così come per una corruzione politica diffusa e disordini politici che hanno portato alla definizione del termine “conflict minerals“. In sostanza, gran parte della produzione di diamanti della Repubblica Democratica del Congo proviene da miniere di proprietà di gruppi armati che non aderiscono a nessuno standard per il lavoro o per i diritti umani. I lavoratori di queste miniere sono trattati come schiavi e il denaro ricavato è utilizzato per finanziare ulteriori conflitti e violenze. Probabilmente, le informazioni disponibili pubblicamente sottovalutano la produzione reale di diamanti del paese, che possiede la seconda più grande riserva del mondo, con 150 milioni di carati di diamanti non ancora sfruttati.
  2. russiaRUSSIA (produzione: 15 milioni di carati). La produzione russa è diminuita di 2 milioni di carati rispetto all’anno precedente. Le indagini a Popigai Astroblem, un enorme cratere meteoritico che contiene più diamanti di tutte le riserve mondiali messe insieme, stanno proseguendo e, secondo gli scienziati russi, queste pietre preziose saranno particolarmente adatte per l’uso industriale.
  3. australiaAUSTRALIA (produzione: 10 milioni di carati). La produzione australiana è soprattutto di diamanti di bassa qualità, che bene si adattano alle applicazioni industriali. La maggior parte delle riserve di diamanti del paese si trovano nel deposito Arglye, gestito dal gigante minerario Rio Tinto.
  4. botswanaBOTSWANA (produzione: 7 milioni di carati). L’economia del Botswana è pericolosamente dipendente dal commercio di diamanti e le miniere statali vengono gestite dalla società leader di questo mercato, la De Beers. Il paese detiene 130 milioni di carati di riserve e rimane e uno dei principali attori nella produzione globale di diamanti industriali.
  5. sud africaSUD AFRICA (produzione: 5 milioni di carati). La produzione del paese è cresciuta di 3 milioni di carati rispetto al 2013, un rimbalzo importante per un settore che ha sofferto per la crisi finanziaria globale. Il paese dispone di 70 milioni di carati di riserve conosciute.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Libro Metalli Rari