La Germania vieterà le auto diesel? Intanto il platino affonda…

Le auto diesel, i cui catalizzatori impiegano platino, continuano a perdere quote di mercato in Europa a favore dei modelli ibridi, elettrici o alimentati a gas.

In Germania è stata emessa una sentenza ritenuta storica: le città tedesche saranno autorizzate a vietare i veicoli diesel. Immediatamente, i prezzi spot del platino sono scesi di quasi 14 dollari.

Le quotazioni sono passate da 1.002 dollari a 988,30 dollari per oncia poichè i catalizzatori dei veicoli diesel costituiscono il principale impiego industriale del platino.

Il Tribunale Amministrativo Federale di Lipsia ha affermato che le città di Stoccarda e Duesseldorf potrebbero vietare legalmente le automobili diesel nelle zone più colpite dall’inquinamento. Il caso era stato portato in tribulale da avvocati ambientalisti in rappresentanza di ClientEarth e Deutsche Umwelthilfe, dopo che circa 70 città tedesche avevano superato i limiti fissati dell’Unione Europea per gli ossidi di azoto nel 2017. Il governo tedesco era contrario ai divieti.

Al bando i veicoli diesel

Secondo gli analisti, questa sentenza stabilisce un precedente che potrebbe portare ad azioni simili in tutta Europa.

Le auto diesel continuano a perdere quote di mercato in tutto il continente europeo a favore dei modelli ibridi, elettrici e alimentati a gas, sempre più numerosi sulle strade. Secondo JATO Dynamics, le vendite di auto diesel in Europa sono scese del 7,9%  nel 2017.

In tutto il mondo, molti governi si sono impegnati a vietare i veicoli con motori a combustione nei prossimi decenni. Allo stesso tempo, vengono forniti sussidi e altri incentivi per incoraggiare i consumatori ad acquistare veicoli elettrici. L’anno scorso, per esempio, il Comune di Parigi ha dichiarato che metterà al bando tutte le auto diesel entro il 2030 e la Francia intera è intenzionata a fare lo stesso entro il 2040.

Cosa ne sarà del platino?

Nonostante esistano seri timori sul fronte dell’offerta, l’aria che tira sul mercato automobilistico ha schiacciato i prezzi del platino verso il basso. Il mercato del platino è in deficit di approvvigionamenti da anni, a causa della mancanza di investimenti. Lo sa bene il Sud Africa, il principale paese produttore di platino del mondo.

Secondo FocusEconomics, dalla fine dello scorso anno, il platino è ad un prezzo scontato rispetto al palladio. In pratica, da quando le case automobilistiche sono passate a utilizzare più palladio. Tuttavia, nonostante il quadro generale negativo, le dinamiche dei prezzi, prima o poi, potrebbero far aumentare la domanda di platino.

In ogni caso, le previsioni per il platino di FocusEconomics per il primo trimestre sono di 961 dollari. Una media che comprende una previsione minima di 925 dollari ed una massima di 1.015 dollari.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.