Investimenti

Dalle miniere alla marijuana: le nuove strategie delle junior mining company

Gli ampi margini di guadagno nel nuovo settore della marijuana a scopo terapeutico alletta anche società attive nel settore minerario, che stanno valutando come sfruttare le opportunità di un mercato da poco legalizzato nel Nord America.

Quali legami esistono tra la marijuana e i minerali, tanto da indurre due aziende del settore minerario (junior mining company) ad esplorare la possibilità di entrare nel business della marijuana per uso terapeutico?

Qualcuno è rimasto positivamente sorpreso della notizia, ma altri non l’hanno accolta altrettanto bene, considerando la nuova iniziativa come un ultimo disperato tentativo di rimanere a galla nei momenti difficili che stiamo attraversando.

Non è certo un bel segnale per le speranze di chi raccoglie fondi da investire nel settore delle risorse minerali. Infatti, le cosiddette junior mining company non sono delle società minerarie vere e proprie, bensì aziende che raccolgono capitali di rischio per finanziare le attività minerarie. Qualche volta si occupano anche dell’esplorazione e della ricerca di potenziali giacimenti ma non dell’estrazione o della produzione.

Nel corso dell’ultimo anno, i ricavi per molte junior mining company sono diventati insufficienti per proseguire le operazioni in corso senza richiedere un maggiore impegno finanziario agli azionisti.

Perciò alcune di queste aziende hanno pensato di cercare opportunità il cui flusso di cassa potesse essere generato in un periodo relativamente breve. Il nuovo business della marijuana in tutto il Nord America è valutato in circa 2 miliardi di dollari e risponde perfettamente a queste caratteristiche.

Chi entrerà sul mercato come produttore autorizzato dovrà confrontarsi con le normative vigenti nei diversi stati, ma potrà ampliare la propria attività dalla coltivazione alla commercializzazione o all’offerta di servizi aggiuntivi.

Gli azionisti delle junior mining company che stanno percorrendo questa strada, hanno approvato con entusiasmo il nuovo corso e le quotazioni delle società coinvolte hanno registrato un buon incremento in borsa.


Resta ancora da vedere se queste società abbandoneranno il settore minerario per dedicarsi al nuovo business o se entrambe le attività condurranno una vita parallela. Certamente la sfida di acquisire competenze completamente nuove rispetto a quelle fino ad ora capitalizzate, non è delle più facili.

Il settore marijuana per uso terapeutico offre l’opportunità di avere buoni profitti producendo un effetto positivo sulla vita di tutti i clienti.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend