Mercati

Ci sarà una carenza di diamanti?

L’aumento della domanda di Cina e India e la chiusura di importanti miniere ha portato ad uno squilibrio tra domanda e offerta di diamanti, preludio ad un aumento dei prezzi che potrebbero tornare verso i livelli massimi del 2011.

Ci sarà una carenza di diamanti?

Alla fine del 2013 molti analisti avevano predetto che l’anno in corso avrebbe portato ad una sostanziale stabilità del mercato dei diamanti, con prezzi in leggera crescita.

Tuttavia, con il progredire dall’anno, stanno prendendo piede le preoccupazioni circa le forniture di diamanti e qualcuno inizia a pensare che la stabilità dei prezzi potrebbe lasciare il posto ad una crescita delle quotazioni.

La domanda di pietre preziose è in crescita, in gran parte dovuto all’aumento della domanda della Cina. L’attuale generazione di cinesi è la prima ad adottare la tradizione occidentale di regalare anelli di fidanzamento con diamanti. Il numero delle cinesi maritate, residenti nei grandi centri urbani, che hanno ricevuto un anello di fidanzamento, è cresciuto da meno dell’1% a più del 50% negli ultimi 20 anni. Circa la metà della popolazione cinese, composta da 1,3 miliardi di persone, risiede nei grandi centri urbani.

In India, l’altro grande centro di consumo mondiale di gioielleria, i diamanti hanno una solida tradizione e la crescita del numero delle famiglie della classe media, unita alla maggior fiducia sull’economia indiana, avrà un impatto significativo sull’andamento della domanda nella seconda metà del 2014. Questa è la conclusione a cui è giunta la recente relazione trimestrale della De Beers.

Alcune tra le più grandi miniere di diamanti del mondo stanno diventando anti-economiche

Sul fronte dell’offerta al contrario, alcune tra le più grandi miniere di diamanti del mondo stanno diventando anti-economiche. Naturalmente tutti i progetti di di sviluppo e ampliamento delle miniere dipendono dall’andamento del prezzo di mercato dei diamanti: se questo aumenta sopra i costi di produzione giustifica nuovi investimenti, al contrario, se il prezzo scende, porta alla chiusura immediata o diluita nel tempo degli impianti di produzione.

Inoltre, le miniere di diamanti tendono ad essere un business altamente capital-intensive rispetto all’estrazione di altri minerali. Il tasso di successo di un progetto di esplorazione, sviluppo e produzione di pietre preziose è molto più basso di quello di oro, argento o rame.

Attualmente gli unici paesi nei quali si stanno sviluppando nuove miniere sono la Russia e il Canada.

A fronte di tutte queste considerazioni, la domanda che tutti si fanno è la solita: “Dove andranno i prezzi?

I prezzi dei diamanti hanno raggiunto il picco durante l’estate 2011 e ad oggi sono circa il 13% al di sotto di tale livello.


La nuova crescita della domanda, che allo stato attuale supera la nuova crescita dell’offerta, è prevedibile porterà ad una crescita delle quotazioni. Qualche analista sostiene che i prezzi dei diamanti raggiungeranno un nuovo massimo storico entro i prossimi tre anni.

Per gli investitori in diamanti il futuro potrebbe riservare piacevoli sorprese.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Libro Metalli Rari

Send this to friend