SWIFT butta fuori la Russia e CIPS, il sistema cinese, apre le sue porte

Cina e Russia hanno i loro sistemi di pagamento simili a SWIFT. Le recenti sanzioni occidentali contro la Russia sono destinati a rafforzarli.

SWIFT butta fuori la Russia e CIPS, il sistema cinese, apre le sue porte

La messa al bando di tutta una serie di banche russe dal sistema interbancario globale SWIFT è una delle sanzioni che l’Occidente ha imposto alla Russia per l’invasione dell’Ucraina.

CIPS, il sistema di pagamento cinese

L’obbiettivo occidentale è di far collassare il sistema finanziario russo ma, secondo molti esperti, ci sono molti dubbi che ciò possa accadere.

Invece, è assai probabile che ne uscirà rafforzato il sistema di pagamento interbancario transfrontaliero (CIPS), nato da un’idea della banca centrale cinese nel 2014. Qualsiasi banca e organizzazione finanziaria russa esclusa dalla rete SWIFT entrerà a far parte della rete CIPS, spingendo anche ad altri paesi a farne parte.

La balcanizzazione del sistema finanziario globale

Come dicono gli operatori del settore, il sistema finanziario globale sta andando verso un balcanizzazione. I paesi che ritengono che gli Stati Uniti abusino del loro controllo sul dollaro e sui sistemi di pagamento in dollari saranno fortemente attratti da un sistema di pagamento alternativo.

Certamente, nel breve termine, non ci saranno vantaggi per il CIPS, anche se la scorsa settimana i valori azionari delle società finanziarie e informatiche cinesi che lavorano con CIPS hanno registrato forti aumenti. D’altronde, SWIFT esiste da decenni e collega circa 11.000 istituzioni finanziarie in tutto il mondo rispetto alle 1.280 di CIPS. Inoltre, il sistema cinese utilizza il sistema di messaggi SWIFT per gestire i flussi di capitali transfrontalieri.

Ad oggi, secondo Global Finance, circa il 40% dei partecipanti a CIPS sono cinesi, anche se aderiscono alcuni istituti internazionali di peso come HSBC, Standard Chartered, DBS e Deutsche Bank.

Le prospettive di sviluppo di CIPS

Tuttavia, l’esclusione della Russia da SWIFT potrebbe avere un impatto significativo sul futuro di CIPS, iniziando con una più stretta cooperazione con la versione russa di SWIFT, denominata System for Transfer of Financial Messages (SPFS), di cui fanno parte 400 istituti. Inoltre, il governo russo è in trattative per espandere SPFS in Turchia e Iran.

Secondo Kong Dezan Shira & Associates è già in programma da qualche mese un piano per integrare CIPS e SPFS.

Il dominio globale e incontrastato di SWIFT è destinato a tramontare a causa delle sanzioni?

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***