Il rally dell’oro sta per finire a causa della bassa inflazione?

I rialzisti sul mercato dell’oro hanno una nuova preoccupazione: la bassa inflazione. Sarà sufficiente a fermare la corsa del metallo giallo?

Anche negli Stati Uniti l’inflazione rimane bassa, al di sotto dell’obiettivo della Federal Reserve americana (FED).

La questione non è di poco conto per il mercato globale dell’oro. Infatti, l’oro è generalmente un’assicurazione contro l’inflazione e sono i mercati americani a fare il brutto e il cattivo tempo per il metallo giallo.

Shock economico e domanda debole hanno raffreddato l’inflazione

La pandemia di coronavirus ha provocato un profondo shock economico e la domanda rimane debole. Adesso poi, con la nuova ondata di infezioni da Covid-19 e la lenta ripresa economica nel quarto trimestre, l’inflazione potrebbe rimanere bassa per un bel po’ di tempo.

D’altronde, che non ci sia inflazione non è affatto sorprendente. Dopotutto, durante le crisi economiche e le recessioni, l’incertezza aumenta e le persone decidono di spendere meno di quanto guadagnano. Naturalmente, quando la crisi finalmente finirà, l’inflazione avrà di che galoppare visti i massicci aumenti del debito, della spesa pubblica e della liquidità della FED. Ma non succederà certamente adesso.

Senza inflazione l’oro è sfavorito, ma…

Perciò, in questo contesto, è lecito domandarsi quanto un’inflazione contenuta sia negativa per il metallo giallo. Certamente, è un fattore sfavorevole per l’oro perché viene a mancare un elemento importante a sostegno dei prezzi.

Tuttavia, va anche ricordato che abbiamo assistito ad un mercato rialzista per il metallo giallo anche in mancanza di inflazione a due cifre. È successo nel 2000 e anche quest’anno. Fino a quando i tassi di interesse sui bond governativi sono poco remunerativi per gli investitori, l’oro può giocarsi ancora bene la partita.

Insomma, non è certo l’inflazione bassa che potrà fermare la corsa dell’oro fintanto che ci saranno forti preoccupazioni circa il futuro dell’economia globale e troppe tensioni geopolitiche all’orizzonte.

Attualmente (16 ottobre), il prezzo dell’oro è di 1.900 dollari all’oncia o 52,14 euro al grammo.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***