Gli orologi di lusso sono un buon investimento?

È il momento giusto per iniziare una collezione di orologi come investimento? Quali sono i rischi e le opportunità?

Gli orologi di lusso sono un buon investimento?

Tassi di interesse che corrono verso l’alto, inflazione che galoppa e recessione in arrivo. Non ci sono molte opzioni per investire a lungo termine con successo.

Molti pensano che gli immobili, le opere d’arte, il vino e le auto da collezione abbiano tutto il potenziale per rivelarsi profittevoli. Tuttavia, non prendono in considerazione anche un’altra possibilità potenzialmente redditizia: gli orologi.

Con alcuni modelli di Rolex che valgono quasi il doppio sul mercato dell’usato pochi secondi dopo averli acquistati in negozio, non c’è da meravigliarsi che alcuni investitori si rivolgano agli orologi di lusso.

Passione o speculazione?

Per i neofiti va chiarito che investire in orologi è un argomento piuttosto controverso. Si tratta infatti di un investimento risultato della sovrapposizione tra la passione per l’arte dell’orologeria e il desiderio speculativo di ottenere buoni profitti.

Secondo gli esperti, non esiste una risposta univoca alla domanda se gli orologi siano un buon investimento. Anche se abbiamo recentemente assistito ad un aumento del numero di investitori che cercano di fare soldi comprando e vendendo orologi tramite aste di alto profilo, non tutti gli orologi venduti all’asta si apprezzano nel tempo. Soltanto pochi esemplari raddoppieranno o triplicheranno il loro valore nel prossimo futuro. Non esiste spiegazione razionale per alcuni prezzi pagati in asta se non che, come da proverbio, “uno stupido e i suoi soldi si separano presto“.

I marchi che conservano il loro valore

Ma al di là dei prezzi pregiati e molto costosi che passano attraverso le aste, anche gli orologi più alla portata dei piccoli investitori hanno più o meno mercato a seconda della marca. Sicuramente, i due marchi che stanno sopra a tutti sono Rolex e Patek Philippe.

Il Rolex Daytona è un esempio lampante di un orologio che ha mostrato una notevole crescita dei prezzi negli ultimi anni sul mercato dell’usato, senza dare mai segni di un’inversione di tendenza. Attualmente, è un orologio da non meno di 20.000 euro per i pezzi meno pregiati.

Se poi invece facciamo riferimento alle aste, e quindi agli esemplari più preziosi, Patek Philippe è l’unico nome che conta più di ogni altro. Per esempio, all’asta Only Watch tenutasi in collaborazione con Christie’s nel novembre 2019, un Patek Philippe Grandmaster Chime 6300A-010 è stato venduto per la cifra record di 31,19 milioni di dollari.

Attenzione ai rischi!

Come per qualsiasi altro investimento, anche nel settore dell’orologeria ci sono una serie di fattori da tenere ben presenti prima di comprare o vendere.

Innanzitutto, va considerato che il mercato dell’usato è cresciuto negli ultimi anni rapidamente e in modo disordinato. Ciò ha creato spazio a merci fraudolente o rubate, falsificazioni e cosiddetti Frankenwatches o orologi-Frankenstein (parti originali assemblate da vari orologi per comporne uno simile all’originale). Inoltre, va sempre posta un’estrema attenzione e cura nella scelta di dove e da chi acquistare.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono disabilitati. Per commentare gli articoli è possibile farlo sulle nostre pagine social su FACEBOOK, TWITTER o INSTAGRAM ***