Metalli Preziosi

Sarà un cartello a salvare l’argento?

La parola d’ordine di molti produttori di argento è “non vendere”. Anche se non tutti possono permetterselo, gli effetti sul mercato non dovrebbero tardare a manifestarsi.

Sarà un cartello a salvare l'argento?

Tra gli operatori nel settore dell’argento è nota la decisione della First Majestic Silver di rinviare la vendita di circa 934 mila once d’argento.

La società, quando ha annunciato la sua decisione, ha spiegato che è un tentativo di massimizzare i profitti futuri.

La First Majestic Silver è una società canadese, quotata al Toronto Stock Exchange, che possiede cinque miniere di argento in Messico. 

I prezzi dell’argento sono scesi del 19%, soltanto nel corso del terzo trimestre di quest’anno, mettendo a segno il calo trimestrale peggiore degli ultimi cinque anni.

I prezzi sono scesi del 19%, soltanto nel corso del terzo trimestre, mettendo a segno il calo trimestrale peggiore degli ultimi cinque anni

L’azienda ha cercato di convincere altre aziende del settore a seguire la stessa strategia: non vendere.

Se i principali operatori di mercato riuscissero a costituire una specie di cartello, sulla falsariga dell’OPEC, l’organizzazione dei più importanti paesi produttori di petrolio, potrebbero meglio difendere gli interessi di chi produce fisicamente metallo per l’industria, dando un riparo dalle tempeste finanziarie prodotte dal mercato della carta (futures).

La stragrande maggioranza degli operatori di mercato ha risposto positivamente all’idea lanciata dalla First Majestic Silver.

Endeavour Silver, Coeur Mining, Mines Management, Bayhorse Silver, Golden Arrow Resources e Swissmetal credono che questo momento sia il momento peggiore per vendere, in attesa di una ripresa dei prezzi dell’argento.

Secondo Swissmetal i prezzi dell’argento ritorneranno a 20 dollari all’oncia entro la fine dell’anno e nei prossimi cinque anni potrebbero addirittura infrangere la barriera dei 50 dollari.


La tattica migliore rimane quella di alzare le scorte di magazzino e di minimizzare le vendite. Naturalmente tutti questi buoni propositi si scontrano con la dura realtà, molto diversa da azienda ad azienda. Infatti, non tutti i produttori possono permettersi di ridurre drasticamente le vendite a tempo indefinito.

Sarà molto interessante vedere nel prossimo futuro quali aziende seguiranno l’esempio della First Majestic Silver e quali effetti sortiranno sul mercato dell’argento nel breve e nel lungo termine.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Libro Metalli Rari

Send this to friend