Mercati

Il futuro del Marocco è nei fosfati

L’Arabia Saudita sta al petrolio così come il Marocco sta ai fosfati, elementi indispensabili per lo sviluppo futuro di tutta l’agricoltura mondiale.

È difficile immaginare che uno dei principali protagonisti dell’agricoltura mondiale sia un paese africano, coperto da polverosi deserti.

Ma il Marocco, il più grande esportatore del mondo di fosfati rocciosi, sta giocando un ruolo crescente e determinante nel settore dei fosfati.

La produzione di fosfati del Marocco ammonta a circa 30 milioni di tonnellate, ma si prevede che entro il 2020 la produzione arriverà a 55 milioni di tonnellate.

Il braccio operativo del paese si chiama Morocco’s Office Chérifien des Phosphates (OCP), al 94% di proprietà del governo marocchino, che detiene una quota sproporzionata di riserve di fosfato globali: addirittura l’85% di tutte le riserve per un ammontare di 50 miliardi di tonnellate.

La produzione di fosfati del Marocco ammonta a circa 30 milioni di tonnellate, ma si prevede che entro il 2020 arriverà a 55 milioni di tonnellate

La società sta continuando a crescere e ad investire per sviluppare nuove miniere e infrastrutture produttive, con l’obbiettivo di diventare il leader mondiale nella produzione di fertilizzanti fosfati.

Con la domanda di fosfato in aumento a livello globale del 2,3% all’anno, la OCP sta cercando di aumentare le proprie esportazioni, attualmente al 30% di tutte le esportazioni mondiali.

Dal 2011 è in costruzione un grande porto a circa 20 chilometri a sud di Casablanca che conterrà anche il più grande impianto di asciugatura del mondo per fosfati.


L’agricoltura di tutto il mondo sta seguendo con particolare interesse l’evoluzione dell’industria dei fosfati di un paese che ha ancora tra le sue principali debolezze l’instabilità politica e le grandissime disuguaglianze sociali.

Se lo sviluppo dell’industria dei fosfati contribuirà a dare maggior ricchezza alle classi meno agiate del paese, che ne costituiscono anche l’indispensabile forza lavoro, il Marocco diventerà certamente uno degli attori principali nel panorama di tutta l’agricoltura mondiale.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

3 Commenti

  1. Io sono della stessa idea di Eraldo, perché il Marocco non soffre in nessun modo di instabilità politica, in quanto a differenza dell’Italia, e rispondo un po’ anche a Issam, l’intera politica marocchina è nelle sue mani, non come in Italia dove in politica troviamo persone che si impongono con le proprie idee, che ovviamente influenzano in negativo la cittadinanza italiana. Ritornando ad Issam, la tua volontà di diventare italiano a tutti i costi mi sembra solo un capriccio dopo un’ingiustizia che avrai subito nel regno del Maghreb, ma ti avviso che in italia la situazione è molto peggiore in quanto i politici italiani sono tutti ladri. Quella comunque è una tua scelta e come dice il Corano, Allah non ti impone nulla, ma mi sa che tu come Dante hai perso la retta via. Ora non vorrei che mi prendessi come una persona alla quale non piacciono persone non più fedeli alle proprie origini ma, ogni uno è libero di fare ciò che vuole nella propria vita.

  2. Peccato sono stato marocchino una volta adesso diventato italiano ma felice con la cittadinanza italiana si possibile togliere la marocchina è ancora meglio è un paese si anche cela tutto i riservo mondiale di petrolio o qualcos’altro non guarda al cittadino povero o quello che capisce un po’ devono vergognarci e devono essere seguiti i politici ladri

  3. Il Marocco non ha instabilita politica, anzi bisognerebbe imparare qualcosa dalla amministrazione e dal comportamento del popolo. I cittadini sono ben coscienti delle politiche interne e delle future estere. Il Re si muove con cautela e non si fa influenzare da multinazionali che potrebbero infastidire il popolo di mal contento. Un grande lavoro è stato fatto negli ultimi 10 anni un popolo che si sta istruendo per il futuro con giovani all’avanguardia nel settore economico imprenditoriale con tecnologie nuove a impatto ambientale zero,perché il Marocco in primo e per la conservazione del territorio da sempre. Facciamo i migliori auguri al Marocco che possano vivere con i loro sani principi di rispetto delle cose create dal Dio e di fratellanza nel rispetto degli altri per creare una comunità orgogliosa di aiutare il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

metallirari.com

il tuo LIKE sarà di grande aiuto!

smile red

Send this to a friend