Economia

I più grandi produttori di tungsteno del mondo

La mappa aggiornata dei più importanti paesi per la produzione di tungsteno rivela una criticità assai preoccupante: quasi tutta la produzione mondiale è nelle mani di un solo paese, la Cina.

Il tungsteno, conosciuto anche come wolframio, è comunemente usato per produrre cavi elettrici e contatti elettrici, ma è anche usato nella saldatura, nelle leghe di metalli pesanti, nei dissipatori, nelle turbine e come sostituto del piombo nei proiettili.

Nel 2014, la produzione mondiale di tungsteno ha raggiunto le 82.400 tonnellate, in crescita di 1.000 tonnellate rispetto all’anno precedente.

Secondo i dati dell’US Geological Survey (USGS) la panoramica completa dei 10 paesi che hanno prodotto più di tungsteno nel 2014 è quella che segue.

  1. cinaCINA (produzione mineraria 68.000 tonnellate). È il più grande produttore mondiale di tungsteno con circa l’85% della produzione globale. Tuttavia, nei prossimi anni, la produzione del paese potrebbe calare se la domanda mondiale dovesse contrarsi.
  2. russiaRUSSIA (produzione mineraria 3.600 tonnellate). Produzione agli stessi livelli dell’anno precedente per il paese che, nel passato, aveva invaso il mercato del tungsteno per guidare i prezzi verso il basso.
  3. canadaCANADA (produzione mineraria 2.200 tonnellate). In Canada ha sede una delle più grandi miniere di tungsteno al di fuori della Cina: la miniera di Cantung di proprietà della North American Tungsten.
  4. vietnamVIETNAM (produzione mineraria 2.000 tonnellate). La miniera di Nui Phao, della società privata Masan Resources, rappresenta il 22% della produzione di tungsteno mondiale al di fuori della Cina.
  5. boliviaBOLIVIA (produzione mineraria 1.300 tonnellate). Il paese ha aumentato la propria produzione di 50 tonnellate rispetto all’anno precedente.
  6. austriaAUSTRIA (produzione mineraria 850 tonnellate). Gran parte della produzione arriva dalla miniera di Mittersill, vicino a Salisburgo e di proprietà della Wolfram Bergbau and Hutten, il più grande deposito di tungsteno dell’Europa.
  7. repubblica democratica del congoREPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO (produzione mineraria 800 tonnellate). La produzione è scesa di 30 tonnellate a causa delle nuove normative sui minerali conflict-free, adottate da Stati Uniti ed Unione Europea. Infatti le importazioni provenienti da zone di guerra sono ora soggette a maggiori procedure di sorveglianza.
  8. portogalloPORTOGALLO (produzione mineraria 700 tonnellate). La Panasqueira è la principale miniera del paese, che ha sottratto il primato alla vecchia miniera di Borralha.
  9. rwandaRWANDA (produzione mineraria 700 tonnellate). In calo di 30 tonnellate sempre a causa delle severe normative adottate dai paesi occidentali sui minerali provenienti da zone di guerra, i cosiddetti minerali o metalli insanguinati.
  10. australiaAUSTRALIA (produzione mineraria 600 tonnellate). Il paese ha avuto un aumento significativo della produzione, passando da 320 a 600 tonnellate.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend