Tecnologia e Scienza

Ecco le rivoluzionarie batterie TESLA

Tesla ha finalmente annunciato Tesla Energy, il suo rivoluzionario sistema di batterie che possono essere impiegate nelle abitazioni, nei negozi, nelle imprese e nelle aziende che producono energia elettrica.

Per Elon Musk, Amministratore Delegato di Tesla Motors, l’umanità riuscirà ad eliminare la dipendenza dai combustibili fossili. 

E il primo passo in questa direzione è stato annunciato proprio in questi giorni: è in arrivo sul mercato il nuovissimo sistema di batterie ricaricabili battezzato Tesla Energy.

Tesla non è più soltanto una società automobilistica, ma una azienda di innovazione energetica con l’obbiettivo di riuscire a produrre energia a zero emissioni.

La prima di queste batterie è la Tesla Powerwall Home Battery, una batteria agli ioni di litio progettata per immagazzinare l’energia a livello residenziale. Può immagazzinare il surplus di energia solare per un riutilizzo successivo e può ricaricarsi quando l’energia elettrica costa meno per poi funzionare durante le ore di picco.

Le batterie costeranno dai 3.000 ai 3.500 dollari e la loro disponibilità sul mercato sarà a partire dalla tarda estate di quest’anno

Nelle zone più remote della Terra, prive di energia elettrica, le nuove batterie consentono di eliminare la necessità di installare nuove linee elettriche.

Le batterie costeranno dai 3.000 ai 3.500 dollari e la loro disponibilità sul mercato sarà a partire dalla tarda estate di quest’anno.

Secondo Tesla, le nuove batterie sono ideali per il fabbisogno energetico domestico e di piccole attività commerciali ma, poichè sono scalabili, potrebbero venire impiegate anche per fabbisogni di grandi dimensioni (Powerpack). Una importante azienda di servizi energetici ha già espresso l’intenzione di adottare le nuove batterie per un impianto da 250 magawattora.

Tra le aziende americane più innovative, ormai da mesi, c’è un grande fermento per le possibilità offerte dalle batterie di Tesla. Per esempio, Amazon, Target, Advanced Microgrid Solutions e Southern California Edison stanno collaborando fianco a fianco con Tesla per la messa a punto di nuove applicazioni.

Inoltre, la politica open-source di Tesla riguardo ai brevetti delle sue batterie e alla sua nuova Gigafactory non subirà cambiamenti. Una facilitazione per l’avvento di altre nuove Gigafactory per la produzione di batterie.

Le conseguenze più probabili di un simile scenario, come ben sanno tutti gli investitori, sarà di una fortissima richiesta di litio,  grafite  e cobalto, indispensabili per la produzione di un numero così grande di batterie.


Ma Elon Musk ha un sogno ancora più grande e per nulla segreto: traghettare gli Stati Uniti alle energie rinnovabili grazie a 160 milioni di batterie e il mondo intero con altri 900 milioni di batterie.

Forse il sogno di un visionario ma, come la storia ci ha insegnato, i più grandi progressi dell’umanità sono stati raggiunti grazie a geniali visionari come Elon Musk.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend