Offshore

Come scegliere il paese dove emigrare

Un numero sempre maggiore di persone sta prendendo in considerazione la possibilità di emigrare, ma spesso si scontra con le difficoltà iniziali di raccogliere informazioni affidabili su come realizzare il progetto. Ecco una piccola guida informativa per non incorrere in errori clamorosi.

Chi pensa che possa arrivare un momento in cui le cose si metteranno male, certamente ha già preso in esame la possibilità di trasferirsi in un altro paese, lontano dall’Italia.

Naturalmente le motivazioni per prendere in considerazione di emigrare sono molteplici, come per esempio il desiderio di trascorrere altrove gli anni della pensione, oppure la necessità di trovare un paese dove esista la possibilità di lavorare, anche per un giovane senza raccomandazioni.

Quali siano le ragioni non ha molta importanza, mentre è fondamentale scegliere un paese che possa soddisfare le personali aspettative sul proprio futuro.

Per svolgere una valutazione oggettiva e approfondita, ecco i parametri che è indispensabile esaminare attentamente per scegliere il paese dove emigrare.

  1. La possibilità di ottenere un soggiorno permanente. Per ottenerlo alcuni paesi richiedono la dimostrazione di un livello minimo di reddito, altri richiedono una pensione garantita oppure un investimento nel paese. Per mantenere la residenza legale viene solitamente richiesto di essere fisicamente presenti nel paese per un determinato numero di giorni.
  2. La possibilità di lavorare o di avviare un’impresa. Nella maggior parte dei paesi non è facile per i nuovi residenti lavorare. Spesso è necessario avviare un processo burocratico per ottenere un permesso di lavoro e un’altro per ottenere il permesso di soggiorno. Inoltre in alcuni paesi non tutti gli espatriati possono lavorare legalmente.
  3. Libertà e sicurezza. Paradossalmente i paesi che offrono la massima libertà sono quelli nei quali le forze di polizia non sono efficienti o sono corrotte. Tuttavia la mancanza di un sistema di polizia funzionante, incoraggia la criminalità. Attenzione anche al grado di corruzione, poichè è vero che potete corrompere qualcuno per risolvere un problema, ma nello stesso modo lo può fare chiunque altro contro di voi.
  4. Costo della vita. In molti paesi, si può vivere molto a buon mercato se siete disposti a vivere come la gente del posto. Ma se vi aspettate gli stessi servizi nel vostro paese di origine, i prezzi sono più alti che nel vostro paese.
  5. I diritti di proprietà. Questo aspetto è fondamentale nel caso vi apprestiate o abbiate in programma qualche transazione immobiliare, ma lo è altrettanto per i conti bancari e per le vostre proprietà personali.
  6. Diritto alla privacy. È assai probabile che il diritto alla privacy, qualsiasi paese scegliate, sia inferiore rispetto al vostro paese d’origine. Quasi tutti i paesi richiedono agli stranieri di registrarsi presso gli uffici di polizia entro pochi giorni dal loro arrivo.
  7. Infrastrutture. Questo aspetto riguarda molte cose, dalla disponibilità di sportelli bancomat, all’assistenza sanitaria. Ma anche i trasporti, le utenze, internet, etc. etc.
  8. Lingua. Se si sceglie un paese dove non si parla italiano, dovete conoscere almeno l’inglese, a meno di non scegliere un paese di lingua spagnola dove sarà molto più facile apprendere la lingua locale.
  9. Atteggiamento verso gli stranieri. Riguardo alla tua nazionalità, al tuo colore della pelle, all’accento, alla religione o ad un qualsiasi numero di altri fattori che possono creare pregiudizi, è importante conoscere prima quali sia l’atteggiamento verso uno straniero da parte di chi vive nel paese.
  10. Tassazione. La maggior parte dei paesi impongono imposte sul reddito di chi ci vive più di sei mesi all’anno in un paese. Tuttavia, alcuni paesi tassano soltanto il reddito locale, esentando il reddito prodotto in altri paesi.
  11. La possibilità di ottenere la cittadinanza e il passaporto. In alcuni paesi viene assegnata la cittadinanza e il passaporto dopo aver vissuto in loco un certo numero di anni.

Con questi parametri ben chiari potete iniziare a confrontarli con i paesi da prendere in considerazione per una possibile fuga dall’Italia, ricordandovi che prima di prendere qualsiasi decisione definitiva è indispensabile visitare almeno una volta il paese prescelto.

Naturalmente, la nostra redazione ha già fatto questo lavoro e in un prossimo articolo verranno pubblicati i risultati di questo confronto con i paesi che meglio soddisfano tutti i parametri sopra elencati. Non perdetelo!

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend