Società che estraggono oro: le prime 10 del mondo

Quali sono le più importanti società minerarie attive nel settore dell’oro? Ecco la classifica completa, con in testa la Newmont.

Da circa due anni l’oro è tornato nei pensieri degli investitori di tutto il mondo.

Nel 2019 i prezzi sono cresciuti del 15% e, nel corso di quest’anno, hanno fatto ancora meglio, passando da circa 1.500 dollari fino ai 1.900 dollari odierni (il livello più alto dal 2011).

Cosa ha spinto tanto in alto il metallo giallo? Sono stati numerosi fattori, ma i più importanti sono stati l’aumento del debito globale, le turbolenze geopolitiche e le paure di collasso economico a seguito della pandemia di coronavirus.

Adesso che il metallo giallo viaggia a gonfie vele, le società minerarie che estraggono oro possono tirare un sospiro di sollievo e godersi i vantaggi di quotazioni sempre maggiori. Ma quali sono queste società?

GFMS di Refinitiv ha raccolto i dati (riferiti al 2019) delle prime 10 società del mondo che estraggono oro. Ecco la graduatoria…

NEWMONT (produzione: 195,7 tonnellate)

Newmont è la più grande società aurifera del mondo, con una produzione di quasi 200 tonnellate. L’azienda detiene importanti miniere in Nord e Sud America, in Asia, in Australia e Africa. La sua produzione è cresciuta di quasi 40 tonnellate rispetto all’anno precedente.

BARRICK GOLD (produzione: 170 tonnellate)

Anche la Barrick Gold ha aumentato la propria produzione rispetto al 2018 (+30 tonnellate). Lo scorso anno la società ha compiuto un’importante fusione delle proprie attività in Nevada (Stati Uniti) con Newmont, creando il complesso minerario aurifero più grande del mondo.

ANGLOGOLD ASHANTI (produzione: 102,1 tonnellate)

AngloGold Ashanti ha prodotto 4 tonnellate in meno rispetto all’anno precedente. La società sudafricana ha 17 miniere d’oro in nove paesi, oltre a numerosi progetti di esplorazione in tutto il mondo.

POLYUS (produzione: 88,4 tonnellate)

Polyus è il più grande produttore di metallo giallo della Russia e detiene oltre 61 milioni di once di riserve d’oro. Le sue miniere principali si trovano nella Siberia orientale e nell’Estremo Oriente russo.

KINROSS GOLD (produzione: 78 tonnellate)

Questa società ha attività in quasi tutto il mondo: in Brasile, in Cile, in Ghana, in Mauritania, in Russia e negli Stati Uniti. La produzione del 2019 è stata circa la stessa dell’anno precedente.

NEWCREST MINING (produzione: 73 tonnellate)

Questa azienda australiana gestisce miniere in quattro paesi e possiede tra le più grandi riserve di minerali d’oro del mondo (52 milioni di once stimate).

GOLD FIELDS (produzione: 68,4 tonnellate)

Gold Fields compare quest’anno nella Top 10 dei produttori d’oro mondiali, quando lo scorso anno non era proprio presente. La società è un produttore di oro diversificato a livello globale, con otto miniere operative in Australia, in Ghana, in Perù e in Sudafrica.

AGNICO EAGLE MINES (produzione: 55,4 tonnellate)

L’azienda canadese possiede otto miniere d’oro in Canada, in Finlandia e in Messico, oltre al 50% della proprietà della miniera di Malartic, in Quebec.

HARMONY GOLD (produzione: 43 tonnellate)

Anche Harmony Gold è nuova in questa Top 10. È la terza più grande azienda aurifera del Sudafrica e opera in nove miniere sotterranee nel bacino di Witwatersrand, una miniera a cielo aperto nel Kraaipan Greenstone e diverse operazioni di superficie. Inoltre, Harmony Gold gestisce la miniera d’ oro e d’argento a cielo aperto di Hidden Valley, in Papua Nuova Guinea.

10˚

POLYMETAL INTERNATIONAL (produzione: 41,3 tonnellate)

Questa società mineraria russa ha nove miniere d’oro e d’argento in Russia e Kazakistan ed è il secondo maggior produttore di oro del paese.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.