Oro in Australia: i 5 produttori più interessanti per gli investitori

Per chi è interessato alla produzione di oro in Australia, è indispensabile conoscere chi sono i protagonisti del settore. Ecco i 5 più interessanti…

Oro in Australia: i 5 produttori più interessanti per gli investitori

Con i prezzi dell’oro che stanno correndo verso l’alto, gli investitori si stanno guardando in giro alla ricerca di nuove opportunità. L’Australia potrebbe essere una di queste…

L’Australia è attualmente il secondo più importante paese produttore di oro al mondo e la sua regione occidentale rappresenta l’epicentro di tanta produzione.

Per avere un’idea di cosa significhi l’oro australiano, basta considerare che, nel 2018, anno in cui ha raggiunto il massimo, la produzione è stata di 310 tonnellate. Il paese, insieme a Canada e Stati Uniti, rappresenta un caso eccezionale di una significativa produzione d’oro in uno stato di diritto. Per certi versi l’Australia è molto simile al Canada: grande paese, piccola popolazione, democrazia liberale, alto tenore di vita e un commercio internazionale assai sviluppato.

Le esportazioni di metallo giallo australiano rappresentano il 12% delle esportazioni. Quindi, i produttori di oro sono assai importanti per l’economia locale e, per questo motivo, godono di un grande sostegno politico e sociale.

Ma andiamo a vedere quali sono le 5 società più interessanti del settore dal punto di vista di un investitore. La selezione che segue fa riferimento ad un’analisi di TradingView, che prende in considerazione solo società con una capitalizzazioni di mercato superiore a 50 milioni di dollari australiani.

1

ANGLOGOLD ASHANTI

AngloGold è attualmente la terza più grande società mineraria al mondo nel settore aurifero in termini di quantità prodotta. Gestisce 14 miniere in nove paesi, tra cui l’Australia e il Sudafrica.

Alla fine di ottobre 2019, la società ha comunicato i risultati produttivi e finanziari del terzo trimestre, affermando che in quel periodo la produzione era di 825.000 once, con un costo produttivo di 786 dollari australiani per oncia.

2

NORTHERN STAR

La Northern Star è la società mineraria che, nel 2010, ha acquisito la ricca miniera Western Australia Paulsens. Questa azienda ha fatto passi da gigante, ampliando la sua capacità produttiva (in 3 distinte miniere) da 100.000 once all’anno a quasi 900.000 nel 2020.

Inoltre, sta investendo pesantemente in nuove esplorazioni minerarie.

3

SARACEN MINERALS

Saracen Minerals arriverà a produrre 400.000 once d’oro all’anno grazie alle sue due miniere vicino a Kalgoorlie. La società ha stabilito un record di produzione di metallo giallo: 3,3 milioni di once a giugno 2019. Più in generale, la Saracen Minerals si è mossa molto bene nel corso dello scorso anno, con un aumento delle sue riserve minerarie di 800.000 once.

4

REGIS RESOURCES

Regis Resources è una società mineraria australiana attiva a Duketon, nei Goldfields dell’Australia occidentale, e a McPhillamys, nella regione centro-occidentale del Nuovo Galles del Sud. Durante lo scorso anno ha prodotto circa 350.000 once d’oro.

5

OCEANAGOLD

Con sede a Melbourne, la OceanaGold si distingue da molte altre compagnie minerarie per i progressi ottenuti nelle modalità di esplorazione, estrazione e processo dei minerali. Lo scorso anno ha prodotto 362.450 once d’oro e oltre 10.187 tonnellate di rame (mancano però i dati relativi all’ultimo trimestre).

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.