Oro 2021. Cosa ci aspetta per il prossimo anno?

Esperti ed analisti condividono le loro opinioni sulle prospettive dell’oro per il 2021 e sui fattori più importanti da non perdere di vista.

Oro 2021. Cosa ci aspetta per il prossimo anno?

Durante l’anno che sta per finire, sul mercato dell’oro ne abbiamo viste di tutti i colori.

I prezzi hanno toccato i minimi di sette mesi (a marzo) e poi sono balzati ai massimi storici (agosto). Dopo aver superato i 2.060 dollari per oncia, molti credevano che il metallo avrebbe continuato a salire ma, al contrario, ha cominciato a fare marcia indietro e oggi, 24 dicembre, vale 1.877 dollari.

Nel 2020 i mercati globali hanno vacillato sui timori delle conseguenze della pandemia di coronavirus. L’avversione al rischio e la corsa verso i beni rifugio hanno alimentato una crescita dei prezzi dell’oro del 38%, considerando l’escursione tra il punto più basso a quello più alto nel corso dell’anno.

Naturalmente, le notizie sui vaccini hanno pesato sui prezzi del metallo giallo da metà novembre. Tuttavia, considerando che la vaccinazione di massa richiederà mesi, c’è da aspettarsi ancora molta volatilità sul mercato.

2021, l’anno del vaccino

La pandemia ha provocato un’incertezza economica senza precedenti, che ha portato ad un aumento della domanda di beni rifugio e, a sua volta, ha fatto crescere i prezzi dell’oro. Inoltre, le misure di stimolo monetario a livello globale (taglio dei tassi d’interesse) hanno ulteriormente sostenuto i prezzi poiché il metallo giallo è un’attività non produttiva di interessi.

Tra l’altro, le incertezze del 2020 non riguardavano solo il COVID-19 ma comprendevano anche le pessime relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina, le tensioni geopolitiche in Iran e le elezioni presidenziali statunitensi.

L’effetto di tutto ciò è stato un raddoppio della domanda di investimenti rispetto ai livelli del 2019.

Ma per il 2021 saranno i vaccini a smorzare i prezzi. Già a metà novembre di quest’anno, all’annuncio dell’efficacia di diversi vaccini, i prezzi dell’oro hanno perso il 6%. Al contrario, i titoli azionari farmaceutici sono aumentati insieme ad altre materie prime.

Gli analisti invitano comunque a non lasciarsi prendere da facili entusiasmi. I vaccini non fermano le pandemie. Sono le vaccinazioni a farlo e queste richiederanno tempo.

L’incertezza sarà il driver dei prezzi

Nel 2021 gli investitori faranno bene a tenere d’occhio le politiche di stimolo economico che i governi metteranno in atto, soprattutto negli Stati Uniti. Come sempre, anche il dollaro giocherà un ruolo determinante sui prezzi dell’oro.

Gli analisti pensano che la nuova amministrazione americana di Joe Biden sosterrà una spesa pubblica maggiore per stimolare la domanda interna e la crescita economica. Ciò dovrebbe alimentare pressioni inflazionistiche, aiutate anche dalle politiche monetarie accomodanti della Federal Reserve americana (FED).

Inoltre, gli esperti credono che la sorte del metallo giallo nel prossimo anno sarà strettamente collegata ai livelli di liquidità.

Tutto ciò considerato, ci sono analisti convinti che nei prossimi tre anni sarà facile vedere il prezzo dell’oro a 4.000 dollari.

Anche Goldman Sachs è rialzista. Il mese scorso ha dichiarato di aspettarsi un obiettivo di 2.300 dollari per il nuovo anno.

Secondo Capital Economics, che ha una visione più cauta, il rialzo del prezzo dell’oro nel 2021 sarà limitato a circa 1.900 dollari.

Tuttavia, è bene non dimenticare che quando tutti gli esperti sono concordi nel prevedere rialzi, spesso succede il contrario. Probabilmente, i livelli di prezzo attuali sono già soddisfacenti e puntare su ulteriori rialzi significativi nel 2021 potrebbe rivelarsi un azzardo.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***