Economia

Russia e Cina pronte a rottamare il dollaro americano

Siamo alla vigilia di un cambiamento epocale nel sistema valutario mondiale? Qualcuno sostiene che è arrivata la fine del dollaro come moneta di riferimento globale, anche grazie alla volontà della Russia di porre fine ad un primato che dura da lungo tempo.

La crisi dell’Ucraina e le sanzioni dell’Europa e degli Stati Uniti nei confronti della Russia hanno ottenuto un risultato importante, anche se non desiderato: l’alleanza sempre più stretta tra Cina e Russia.

Ne è un esempio il recentissimo accordo energetico, con cui la Gazprom fornirà gas naturale alla Cina per i prossimi 30 anni.

Fino a pochi mesi fa, lo scenario di una valuta come il dollaro americano rimpiazzata da un’altra valuta del mondo, sembrava più una teoria di quei complottisti che vedono cospirazioni ovunque.

Ad oggi le cose sono cambiate. Sono sempre di più i paesi che si stanno allontanando dal dollaro, scommettendo in una valuta di riserva per il futuro. La domanda da porsi non è “se” ciò accadrà, ma “quando” accadrà.

Il governo russo ha organizzato una riunione per non utilizzare il dollaro in tutte le operazioni di esportazione dalla Russia

Secondo la stampa russa, il Ministero delle Finanze sta cercando di aumentare significativamente il ruolo del rublo.

Poche settimane fa, il governo russo ha organizzato una riunione per non utilizzare il dollaro in tutte le operazioni di esportazione dalla Russia.

La prima decisione è stata quella di aumentare l’importo di tutti i contratti stipulati in rubli.

Ma la Russia, non avrebbe mai potuto impegnarsi da sola in una guerra per la de-dollarizzazione del mondo, senza l’appoggio di qualche alleato importante. È il caso di Cina e Iran.

A questi si aggiungono Giappone e India, che hanno firmato un accordo nel 2011 per impiegare le proprie valute nelle reciproche negoziazioni, invece del dollaro americano.

I paesi del Golfo hanno in progetto, insieme a Cina, Russia, Giappone e Francia di eliminare il dollaro come valuta di negoziazione per il petrolio, utilizzando al suo posto un paniere di valute tra cui l’euro, lo yen giapponese, lo yuan cinese, l’oro e una nuova valuta unificata per Arabia Saudita, Abu Dhabi, Kuwait e Qatar.


Non appena la Russia ed i suoi alleati abbandoneranno il dollaro americano, c’è da scommettere che molte altre nazioni la seguiranno.

Niente dura per sempre e in poco tempo potremmo vivere in un mondo diverso.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

metallirari.com

il tuo LIKE sarà di grande aiuto!

smile red

Send this to a friend