Economia

Quali paesi hanno le più grandi riserve di nichel del mondo?

Conoscere la distribuzione delle maggiori riserve di nichel è un tassello indispensabile per capire alcune logiche di questo importante mercato.

Tutti gli investitori che hanno scelto aziende operanti nel settore del nichel, desiderano capire qual’è la distribuzione geografica delle riserve minerarie.

Infatti, i principali produttori di nichel sono anche proprietari delle miniere da cui ricavano il prezioso metallo. Inoltre, contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, non tutti i più importanti paesi produttori di nichel hanno grandi riserve naturali di metallo. Così come il contrario, cioè paesi che hanno enormi riserve di nichel ma che ne producono assai poco.

Ma per avere il quadro completo, ecco una panoramica dei 5 paesi che detengono le più alte riserve di nichel in tutto il mondo, secondo gli ultimi dati rilasciati dallo US Geological Survey.

1

AUSTRALIA (riserve: 19 milioni di tonnellate). È il paese con le più grandi riserve di nichel del pianeta, pur essendo il quarto produttore al mondo. Nel 2016 ha infatti prodotto 206.000 tonnellate di metallo. Le più importanti miniere del paese appartengono a BHP Billiton e First Quantum Minerals.

2

BRASILE (riserve: 10 milioni di tonnellate). Il paese, nonostante le enormi riserve, è il settimo più grande produttore del mondo e, lo scorso anno, ha prodotto 142.000 tonnellate. Vale è il più importante produttore del paese, seguito da Anglo American e Horizonte Minerals.

3

RUSSIA (riserve: 7,6 milioni di tonnellate). È il secondo più grande produttore del mondo con 256.000 tonnellate prodotte nel 2016. Nel paese ha sede la Norilsk Nickel, uno dei più grandi produttori del mondo di nichel e palladio.

4

NUOVA CALEDONIA (riserve: 6,7 milioni di tonnellate). A differenza degli altri paesi in classifica, la Nuova Caledonia ha registrato un aumento della produzione di nichel nel 2016, passando dalle 186.00 tonnellate del 2015, alle 205.000 tonnellate. Inoltre, non ha venduto il minerale direttamente ai grandi consumatori, come per esempio la Cina, ma ha preferito alimentare l’industria nazionale della fusione e della raffinazione, che costituisce una delle principali fonti di entrate per il paese.

5

CUBA (riserve: 5,5 milioni di tonnellate). Non è un grande produttore di nichel, con circa 74.000 tonnellate all’anno, che costituiscono comunque un’importante fonte di valuta estera per l’economia del paese. Gli impianti minerari esistenti soffrono di una significativa obsolescenza.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend