Tecnologia e Scienza

Il progetto segreto Skunk Works: la fusione nucleare compatta

Nei laboratori segreti della Lockheed Martin è stata messa a punto una tecnologia energetica rivoluzionaria che potrebbe cambiare il panorama energetico mondiale così come lo abbiamo conosciuto fino ad oggi.

La Lockheed Martin,  la società americana che si occupa di tecnologie avanzate e di difesa militare, ha appena annunciato che è riuscita a fare un passo in avanti nel settore della fusione nucleare.

La svolta è rivoluzionaria e potrebbe risolvere il problema mondiale dell’energia. A dimostrazione di quanto afferma, la Lockheed costruirà e testerà un reattore compatto a fusione nucleare in meno di un anno.

Il reattore sarà dieci volte più piccolo dei reattori attuali e la Lockheed spera di sviluppare e implementare i nuovi reattori compatti a fusione in soli dieci anni.

La fusione nucleare, ancora nella fase sperimentale, avviene quando due tipi di atomi di idrogeno (deuterio e trizio) si fondono alle alte velocità, formando nuove molecole atomiche note come ioni al plasma.

La Lockheed sta lavorando su tecniche di confinamento magnetico per ridurre le dimensioni dei reattori a fusione nucleare. Con il suo design compatto, l’azienda ha trovato un modo per vincolare il plasma all’interno di uno speciale campo magnetico.

In caso di successo, il reattore compatto a fusione della Lockheed Martin potrebbe cambiare completamente il panorama energetico mondiale.

Una delle caratteristiche più interessanti del lavoro della Lockheed è la dimensione del reattore. Infatti le dimensioni del nuovo reattore potrebbero essere tali da poter essere trasportato su un camion e quindi il suo reattore potrebbe essere costruito in una fabbrica e poi spedito in tutto il mondo.

La Skunk Works’ Revolutionary Technology Programs, la divisione aziendale che sta lavorando su questo progetto, ha affrontato il concetto della fusione compatta combinando diversi approcci alternativi di confinamento magnetico, prendendo le parti migliori di ciascuna, e offrendo una riduzione delle dimensioni del 90% rispetto alle tecnologie precedenti.

Il Daily Mail britannico ha scritto che il lavoro della Lockheed potrebbe contribuire a sviluppare nuove fonti di energia in un mondo che vede crescere i conflitti globali sull’energia.

Le previsioni sul consumo mondiale di energia parlano di un aumento dal 40% al 50% del fabbisogno energetico per la prossima generazione.


Con la fusione nucleare potrebbe esserci una reale alternativa alla fissione nucleare ed ai combustibili fossili. L’energia da fusione nucleare è pulita e ha tutto il potenziale per alimentare dalle navi da guerra agli aeroplani con pochissimi grammi di carburante. Inoltre, la fusione nucleare è più sicura e più efficiente dei reattori nucleari attuali, basati sulla fissione nucleare.

Anche se la notizia sui nuovi reattori della Lockheed sono arrivate soltanto in questi giorni, la società ha lavorato in gran segreto per 4 anni sul progetto Skunk Works. Ha deciso di rivelare pubblicamente i risultati ottenuti nella speranza di trovare appoggi finanziari governativi o un partner per accelerare la realizzazione di un sogno che rivoluzionerebbe completamente l’energia così come oggi la conosciamo.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

metallirari.com

il tuo LIKE sarà di grande aiuto!

smile red

Send this to a friend