Mercati

La crescita economica spingerà il rame a 8.000 dollari?

Per Goldman Sachs, nel breve periodo, i prezzi del rame manterranno una media di 6.750 dollari per tonnellata, 500 dollari in più delle precedenti previsioni.

Dall’inizio dell’anno i prezzi del rame sono hanno registrato un aumento di oltre il 27%.

Il metallo rosso è arrivato anche al di sopra dei 7.000 dollari (attualmente, 25 ottobre, il contratto a 3 mesi al London Metal Exchange quota 6.990 dollari), sostenuta da un dollaro più debole e dall’ottimismo degli investitori sulle prospettive di una crescita economica globale.

Per queste ragioni, secondo Goldman Sachs, i guadagni del rame sono del tutto giustificati e i mercati stanno rendendosi conto della forte crescita globale e dello sgonfiarsi dei rischi di un collasso della Cina. Significativo che il giudizio provenga dalla banca d’investimento che, fino a poco tempo fa, era tra le più ribassiste circa le prospettive dei prezzi del rame.

Il periodo di eccedenza delle forniture è terminato e il rame è pronto per puntare verso l’alto

Di conseguenza, Goldman Sachs ha aumentato le sue previsioni per il rame a una media di 6.750 dollari per tonnellata nel breve periodo, molto di più della previsione precedente di 6.200 dollari. Nel medio termine (12 mesi) la banca d’investimento prevede un prezzo di 7.050 dollari.

Ma c’è di più… Esaminando la domanda e l’offerta di metallo, oltre che le prospettive dei mercati valutari, sembra che il periodo di eccedenza delle forniture sia terminato e il metallo rosso sarebbe pronto per puntare verso l’alto, con la possibilità di superare gli 8.000 dollari per tonnellata entro il 2020.


Per gli analisti di Goldman Sachs, nel 2018, ci sarà una carenza di rame di 130.000 tonnellate a causa dell’aumento della domanda in un contesto di forte crescita globale.

Anche altri analisti sono rialzisti sul rame, soprattutto nel medio e lungo termine. Nel breve termine, invece, un campione di esperti interpellati da FocusEconomics ha indicato un prezzo di 6.111 dollari per gli ultimi mesi di quest’anno.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend