La lunga corsa dei tori sul mercato del nichel

Il mercato del nichel è avviato ad un decennio di crescita sostenuta, grazie al’aumento della domanda sia da parte dei settori tradizionali che da quelli emergenti.

La lunga corsa dei tori sul mercato del nichel

Tra tutti i metalli, il nichel è quello che vede la maggior crescita di domanda e gli analisti  prevedono che tale tendenza continuerà a lungo, almeno per tutto il prossimo decennio.

Infatti, la forte domanda e il persistente deficit di offerta, spingeranno i prezzi verso l’alto nei prossimi anni.

Tutti ricordano l’eccesso di offerta che si era venuto a creare negli ultimi dieci anni e il conseguente sprofondamento dei prezzi. Ma, ad oggi, sebbene ancora lontano dai massimi raggiunti nel 2007 (circa 50.000 dollari a tonnellata), il metallo ha guadagnato quasi l’80% rispetto ai minimi del 2016.

Previsioni al rialzo per il medio e lungo termine

Secondo Roskill, il consumo di nichel crescerà di circa il 4% all’anno fino al 2027. Ciò grazie all’aumento della domanda nei settori dell’acciaio e delle batterie per veicoli elettrici (EV).

Anche Scotiabank è ottimista. La banca canadese prevede prezzi in crescita, almeno fino al 2019, con una media di 13.000 dollari nel 2018 e 14.000 dollari nel 2019.

Come noto, le proprietà di questo metallo lo rendono un alligante perfetto per la produzione di acciaio inossidabile. Infatti, grazie al nichel, l’acciaio inossidabile, a differenza dell’acciaio ordinario, è resistente alla corrosione, alla ruggine e all’acqua. Secondo Grand View Research, il mercato globale dell’acciaio inossidabile raggiungerà 133,8 miliardi di dollari entro il 2025.

Nel 2017, il settore dell’acciaio inossidabile rappresentava quasi il 70% della domanda di nichel. Secondo le previsioni di Roskill, la domanda di questo settore crescerà del 2,5% all’anno per il prossimo decennio, soprattutto a causa dell’aumento della produzione di acciaio inossidabile in Cina e in Indonesia.

Nichel e veicoli elettrici

Oltre alle sue proprietà non corrosive, il nichel è anche un eccellente conduttore di elettricità. Per questo motivo, è stato a lungo utilizzato nelle batterie dell’elettronica portatile. Adesso, con l’elettrificazione dell’industria automobilistica, la domanda subirà una grossa spinta.

Le batterie al nichel-metallo idruro (NiMH) sono la batteria più comunemente utilizzate nei veicoli ibridi elettrici, come la Toyota Prius. Invece, i veicoli ibridi elettrici plug-in e i veicoli elettrici, richiedono pacchi di batterie molto più grandi, che possono essere soltanto agli ioni di litio, le uniche con una densità di energia sufficiente. Ma i catodi in queste batterie sono composti principalmente da nichel.

Si prevede che la domanda di nichel nel settore delle batterie aumenti del 20% all’anno nel prossimo decennio, fino a raggiungere oltre 500.000 tonnellate all’anno entro il 2027. Sebbene questa cifra rappresenti soltanto circa un terzo della domanda annuale di nichel del settore dell’acciaio inossidabile, il tasso di crescita è assai superiore.

Con l’aumento della domanda da parte dei mercati tradizionali e di quelli emergenti, oltre alle incertezze nelle forniture a livello globale, il mercato del nichel dovrebbe mantenersi al rialzo per tutto il prossimo decennio.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend