Produzione di nichel nel mondo: ecco i 10 paesi più importanti

Il nichel sta attraversando un buon momento sui mercati internazionali. Ma quali sono i paesi che ne producono le maggiori quantità?

Le prospettive per il nichel sembrano buone. Grazie alla crescita del mercato dei veicoli elettrici, il futuro di questo metallo nei prossimi anni è garantito.

Con tutta probabilità, anche le attività dei principali paesi produttori di nichel del mondo sono destinate ad aumentare. Inoltre, sempre più paesi ed aziende vorrebbero dedicarsi alla produzione di questo metallo.

Vale certamente la pena tenersi aggiornati su quali sono i paesi leader in questo settore. Andiamo quindi a vedere quali sono, secondo gli ultimi dati dello US Geological Survey (2019), i 10 principali paesi produttori di nichel.

I primi cinque paesi produttori

INDONESIA

FILIPPINE

RUSSIA

NUOVA CALEDONIA

AUSTRALIA

Al primo posto tra i paesi produttori di nichel c’è l’Indonesia, con una produzione annua di 800.000 tonnellate (nel 2017 era di sole 345.000 tonnellate). La vicinanza geografica con la Cina, leader mondiale nella produzione di veicoli elettrici, garantisce un grosso vantaggio per il paese. L’Indonesia ospita anche 21 milioni di tonnellate di riserve.

In seconda posizione ci sono le Filippine, con 420.000 tonnellate prodotte nel 2019 (l’anno precedente la produzione era di 340.000 tonnellate). Anche le Filippine sfruttano la vicinanza con la Cina per rifornire il gigante asiatico con materie prime. Attualmente, le miniere filippine di nichel sono una trentina.

La Russia, con 270.000 tonnellate, è il terzo più importante produttore di nichel del mondo. È russo uno dei maggiori produttori mondiali di nichel e di palladio: Norilsk Nickel.

È un territorio francese al largo della costa australiana, la Nuova Caledonia, a vantare una delle produzioni di nichel più importanti del mondo. Nel 2019 ha prodotto 220.000 tonnellate e, al contrario degli anni precedenti, ha cominciato ad esportare minerale in Cina, anziché utilizzarlo per alimentare gli impianti di fusione e raffinazione nazionali. Di conseguenza, adesso, l’economia del paese è più a rischio in quanto dipende fortemente dal prezzo del nichel.

Trai primi cinque paesi produttori del mondo c’é l’Australia, con 180.000 tonnellate di produzione, in aumento rispetto alle 170.000 del 2018. Tra i principali produttori del paese c’é BHP con la sua Nickel West Division.

Dalla sesta alla decima posizione

CANADA

CINA

BRASILE

CUBA

10˚

STATI UNITI

Completano la classifica il Canada (180.000 tonnellate), la Cina (110.000 tonnellate), il Brasile (67.000 tonnellate), Cuba (51.000 tonnellate) e gli Stati Uniti (14.000 tonnellate).

Tra tutti i paesi produttori, nonostante non occupi le prime posizioni della graduatoria, è la Cina che gioca un ruolo determinante per il prezzo del nichel. Infatti è in Cina che viene prodotto gran parte dell’acciaio inossidabile mondiale.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.