Miniere di uranio nel mondo: le 10 più importanti

La più grande miniera di uranio si trova in Canada, ma il paese che ne produce di più è il Kazakistan. Scopri dove si produce tutto l’uranio del mondo…

Nel mondo si producono 53.498 tonnellate di uranio e il paese più attivo è il Kazakistan, seguito da Canada e Australia. Questi 3 paesi rappresentano oltre i due terzi dell’estrazione mineraria di questo metallo.

Le aziende che gestiscono questo business sono numerose, anche se le più importanti si contano sulle dita di una mano.

Ma quali sono e dove si trovano le più grandi miniere di uranio del mondo? Secondo gli ultimi dati (2018) della World Nuclear Association la mappa delle 10 miniere di uranio più importanti del mondo è la seguente…

1

CIGAR LAKE, Canada (produzione: 6.924 tonnellate)

Cigar Lake, nel nord della regione dello Saskatchewan (Canada), è la miniera di uranio più famosa al mondo. È nota per la purezza dell’uranio estratto, con un grado medio di U3O8 del 14,69%. È gestita dalla Cameco che ne possiede il 50%. La miniera ha rappresentato il 13% della produzione globale di uranio nel 2018.

2

OLYMPIC DAM, Australia (produzione: 3.159 tonnellate)

È la BHP a possedere la Olympic Dam, una miniera che produce rame, uranio, oro e argento. È in funzione dal 1988 e nel 2018 la sua produzione ha rappresentato il 6% della produzione mondiale di uranio.

3

HUSAB, Namibia (produzione: 3.028 tonnellate)

La miniera a cielo aperto Husab è di proprietà della Swakop Uranium, una partnership tra Cina (90%) e Namibia (10%). Secondo la Namibia Uranium Association, questa miniera rappresenta il più grande investimento singolo della Cina in Africa.

4

INKAI, Kazakistan (produzione: 2.643 tonnellate)

Si tratta di una miniera gestita da una joint venture tra Cameco (40%) e Kazatomprom (60%). Kazatomprom è una società statale che è la principale azienda produttrice di uranio del mondo.

5

ROSSING, Namibia (produzione: 2.102 tonnellate)

Rappresenta il 4% della produzione mondiale ed è operativa dal 1976. Inizialmente di proprietà (68,62%) della Rio Tinto, dal 2019 la quota di maggioranza appartiene alla China National Uranium. Il governo namibiano possiede il 3%.

6

BUDENOVSKOYE 2, Kazakistan (produzione: 2.081 tonnellate)

È una parte della miniera di Karatau, che ha iniziato a produrre nel 2009. La gestione è della joint venture Karatau tra Kazatomprom e Uranium One. Quest’ultima fa parte di Rosatom, la società statale russa per l’energia nucleare.

7

TORTKUDUK, Kazakistan (produzione: 1.900 tonnellate)

Anche questa miniera si trova in Kazakistan ed è gestita da una joint venture tra Orano e Kazatomprom. Rappresenta il 4% della produzione mondiale totale di uranio.

8

SOMAIR, Niger (produzione: 1.783 tonnellate)

Somair ha iniziato a produrre nel 1971 ed è di proprietà della Orano (63,4%) e della Sopamin (36,66%). La Sopamin è l’azienda statale che gestisce le miniere in Niger.

9

RANGER, Australia (produzione: 1.695 tonnellate)

La miniera di Ranger, della Energy Resources of Australia, ha rappresentato il 3% della produzione mondiale ma, recentemente, è stata avviata alla chiusura. Cesserà l’attività mineraria entro gennaio 2021.

10

KHARASAN 2, Kazakistan (produzione: 1.631 tonnellate)

La miniera di Kharasan, in attività dal 2013, è proprietà congiunta della Uranium One (30%) e della Kazatomprom (33,98%). Non sono disponibili molte altre informazioni su questa miniera kazaka.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.