Frena la produzione di acciaio cinese. Ce ne sarà ancora per l’Europa?

Nuove restrizioni a Tangshan,una delle più grandi città produttrici di acciaio della Cina. Ci sarà un effetto a catena sui mercati globali di acciaio e ferro.

Frena la produzione di acciaio cinese. Ce ne sarà ancora per l'Europa?

Prima o poi doveva succedere e il 20 marzo è successo! A Tangshan, una delle più grandi città produttrici di acciaio della Cina, le autorità locali hanno imposto rigide restrizioni alla produzione fino al 31 dicembre 2021.

A sette stabilimenti di Tangshan è stato chiesto di ridurre le emissioni del 50% da qui al 30 giugno di quest’anno e del 30% dal 1° luglio alla fine dell’anno. Ad altri sedici stabilimenti è stato detto di ridurre le proprie emissioni del 30% da oggi fino alla fine dell’anno. Qualcuno è rimasto esente dalle restrizioni, come nel caso degli stabilimenti Shougang Qian’an Steel e Shougang Jingtang Steel.

Uno shock per la domanda di ferro e acciaio

Si tratta di qualcosa che potrebbe avere un effetto a cascata sull’approvvigionamento e sulla domanda di acciaio e di ferro in tutto il mondo. I prezzi del minerale di ferro hanno già risentito delle restrizioni e sono scesi. Tuttavia, resta ancora da vedere l’effetto a lungo termine sull’import-export di acciaio cinese.

Le restrizioni a Tangshan sono in linea con i nuovi sforzi della Cina per ridurre le emissioni e per raggiungere l’obbiettivo di “zero CO2” entro il 2060.

Le conseguenze immediate saranno un drastico calo del consumo giornaliero di minerale di ferro a Tangshan. Inoltre, secondo gli esperti, ci sarà una riduzione della produzione di ghisa e coil laminati a caldo (HRC) in Cina. Per la società di ricerca Care Ratings assisteremo ad un calo a breve termine del consumo cinese di minerale di ferro, proprio nell’anno che era iniziato (gennaio-febbraio) con un aumento di 5 milioni di tonnellate, per un totale di 181,5 milioni di tonnellate, rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Impatto sul mercato europeo

Come noto, la Cina rappresenta più della metà della produzione mondiale di acciaio. Certamente, le nuove restrizioni produttive a Tangshan impatteranno nel breve termine sui mercati in Europa, dove si sta sta verificando una carenza di acciaio.

La domanda di acciaio in Europa è in aumento e gran parte di questa domanda viene soddisfatta dalle importazioni. Nasce il grosso dubbio circa il fatto che la Cina sia ancora in grado di continuare a rifornire questo mercato.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***