I 10 più grandi paesi produttori di uranio

Quando si parla di uranio, le persone sono impaurite o confuse. Conoscere meglio questo mercato potrebbe aiutare ad abbattere alcune paure…

Da circa dieci anni, la produzione di uranio nel mondo aumenta in modo costante. Nel 2007 se ne producevano 41.282 tonnellate e nel 2019 si è arrivati a 53.656 tonnellate.

La maggior parte dell’uranio estratto diventa U3O8, un elemento indispensabile per il settore dell’energia atomica e per alimentare i reattori nucleari. Si tratta di qualcosa che ha un peso pari al 10% dell’elettricità mondiale, generata per l’appunto dall’energia nucleare. Inoltre, si prevede che tale percentuale aumenterà nel futuro.

Se non ci sono dubbi sull’importanza dell’uranio per soddisfare la fame energetica del mondo, non tutti sanno dove viene estratto questo metallo e quali nazioni sono le protagoniste del mercato. Ecco perciò la graduatoria dei più grandi paesi produttori di uranio nel mondo, secondo gli ultimi dati (riferiti al 2019) della World Nuclear Association.

I primi 5 paesi

KAZAKISTAN

CANADA

AUSTRALIA

NAMIBIA

NIGER

È il Kazakistan il più importante produttore del mondo, con una produzione di 22.808 tonnellate, che rappresenta il 43% della fornitura globale di uranio. La società più grande del paese e del mondo è la Kazataprom, di proprietà statale.

Alle spalle del Kazakistan c’è il Canada, che nel 2019 ha prodotto 6.938 tonnellate (il 13% della produzione globale). Rispetto al 2017 la quantità prodotta si è quasi dimezzata. Inoltre, in Canada ci sono le due principali miniere di uranio del mondo: Cigar Lake e McArthur River.

Terza posizione per l’Australia, con 6.613 tonnellate. Il paese, che detiene il 29% delle riserve di uranio mondiali, ospita Olympic Dam, il più grande giacimento di uranio conosciuto al mondo.

La produzione di uranio della Namibia, attestata a 5.476 tonnellate, è leggermente diminuita rispetto all’anno precedente. Il paese ospita due miniere di uranio in grado di produrre il 10% della produzione mondiale.

L’altro paese africano tra i primi 5 produttori del mondo è il Niger, che nel 2019 ha prodotto 2.983 tonnellate. La sua produzione rappresenta il 5,5% della produzione mondiale.

Completano la Top 10

RUSSIA

UZBEKISTAN

CINA

UCRAINA

10˚

SUDAFRICA

A completamento della classifica troviamo la Russia (2.911 tonnellate), l’Uzbekistan (2.404 tonnellate), la Cina (1.885 tonnellate), l’Ucraina (801 tonnellate) e il Sudafrica (346 tonnellate).

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.