Terza-pagina

Vestiti su misura a Bangkok

Bangkok, una delle capitali mondiali dello shopping per l’elettronica, l’orologeria e la pelletteria, è molto rinomata per la sua sartoria artigianale, che offre servizi di alto livello a costi contenuti.

Si lo so che leggendo il titolo di questo articolo avete leggermente alzato un sopracciglio pensando “ma che sta dicendo questo qui?”. In realtà oggi vi voglio parlare di uno dei migliori acquisti che possiate fare se vi trovate per lavoro o per vacanza a Bangkok.

Se siete degli imprenditori o comunque occupate posizioni di un certo rilievo all’interno di realtà aziendali strutturate sapete meglio di me quanto sia importante anche avere un guardaroba all’altezza della vostra situazione professionale. Ecco quindi che camicie ed abiti curati e ben realizzati ed accessori di un certo pregio diventano sia strumenti di lavoro che quasi dei veri e propri asset finanziari. Come ogni attivo finanziario che si rispetti é opportuno sapere quante risorse allocarvi e pensare come fare per ottimizzarle.

Farsi fare dei vestiti su misura non é mai costato troppo poco, specialmente in Italia, motivo per cui spesso il “vestito buono” era indossato solo nelle occasioni veramente importanti e relegato con cura nell’armadio durante il resto dell’anno. Se per lavoro viaggiate molto e la vostra area di interesse è l’Asia ed il sud est asiatico allora un modo per arricchire ed ampliare il vostro guardaroba senza far svenire il vostro conto corrente bancario é quello di farsi fare vestiti e camicie su misura a Bangkok.

Ci sono vari vantaggi per cui una scelta del genere è consigliabile e laddove il risparmio é sicuramente la prima che viene in mente non va dimenticata la velocità di esecuzione (mediamente una camicia viene realizzata in 2 giorni e ne basta solo uno in più per un vestito completo), l’ampia scelta di tessuti e di operatori del settore che vi permettono di soddisfare qualsiasi sia la vostra esigenza in fatto di stile, e la possibilità di ampia personalizzazione senza che il prezzo oscilli troppo. Per esempio su una camicia potete veramente creare quella che desiderate scegliendo il tipo ed il colore del colletto e dei polsini, il tipo di bottoni, il taglio delle asole, se volete o meno le vostre iniziali, la tasca, maniche corte o lunghe ecc. ecc.

Vi posso suggerire di evitare i negozi che espongono fuori cartelli con prezzi tanto convenienti quanto assurdi

Come ogni acquisto effettuato a Bangkok che si rispetti vanno però osservati alcuni piccoli accorgimenti per evitare di incappare in operatori poco seri o che non offrono hanno un rapporto qualità prezzo vantaggioso. La prima regola che ricordo sempre é quella di evitare di chiedere ad autisti di tuk-tuk, di taxi od altri personaggi che vi approcciano, un consiglio su dove fare acquisti. Questi personaggi vi indirizzeranno sempre dove loro hanno una maggiore provvigione da incassare e null’altro.

Per quella che é la mia personale esperienza vi posso suggerire di evitare i negozi che espongono fuori cartelli con prezzi tanto convenienti quanto assurdi del tipo “5 camicie 4 vestiti e 2 cravatte 100 USD”, va bene che qui si risparmia ma non fino a questo punto. Evitate anche quelli che piazzano una persona all’esterno addetta a fermare i passanti per invitarli ad entrare, “just take a look sir” vi diranno in maniera ammiccante ma poi una volta dentro il pressing per l’acquisto sarà davvero elevato e fastidioso. Evitate anche quelli che scimmiottano famosi nomi italiani (il mondo della moda e della sartoria evoca comunque immagini del nostro paese), troverete infatti insegne curiose come “Roberto Raggio” “Armanis Brother” ed altri nomi alquanto ridicoli.

Per mia personale scelta io evito anche i negozi che sono piazzati direttamente dentro le hall degli hotel considerandoli più costosi degli altri. Un buon commerciante di questo tipo non ha bisogno di trucchi per attirare la gente ma piuttosto avrà una vetrina curata ed elegante, non avrà remore di rispondere alle vostre domande e vi dirà il prezzo chiaramente senza giri di parole e sotterfugi.

Una simpatica curiosità riguardo questo settore commerciale: avrete la possibilità di toccare con mano ed avvantaggiarvi dell’effetto della globalizzazione. Vi trovate in Thailandia dove questo tipo di attività é tradizionalmente portato avanti da famiglie di indiani, i tessuti tra cui scegliere sono realizzati in Inghilterra o molto probabilmente in Italia, le vostre camicie ed i vostri abiti verrano sicuramente confezionati in un laboratorio gestito da thai di etnia cinese… Più globalizzati di così…


Quanto è possibile risparmiare? Ovviamente molto se il vostro metro di paragone sono i prezzi italiani. In questo tipo di acquisto dovete anche usare un poco di abilità commerciale, non essendoci un prezzo fisso per queste realizzazioni, dipende anche dal tipo di tessuto che scegliete tra le decine che ogni negozio ha a disposizione e da quante cose insieme decidete di far fare, diventa difficile darvi dei numeri esatti. Potete comuque considerare tranquillamente un 50/60% di risparmio. La mia esperienza personale è questa: l’ultima camicia su misura che feci fare in Italia la pagai 70 euro mentre qui con la stessa cifra me ne vengono fuori 3! Si va bene ma allora la qualità non sarà un granché… se vi frulla questo pensiero in testa siete sulla strada errata in quanto non c’é risparmio che tenga se poi il risultato è un lavoro scadente. I vestiti che vengono realizzati qui non hanno nulla da invidiare a quelli realizzate in sartorie italiane o europee visto che i materiali sono spesso gli stessi ma il prezzo della manodopera è decisamente inferiore. Oltre ad avere fatto realizzare per me più cose conosco molte persone che hanno acquistato, e lo fanno abitualmente, prodotti di sartoria a Bangkok e nessuno l’ho sentito lamentarsi in merito alla qualità.

Dove acquistare vestiti su misura? Anche scremando in maniera massiccia secondo i consigli che vi ho fornito sopra la scelta di negozianti è ancora vasta, la maggior parte dei negozi si trovano nel distretto finanziario di Silom e Sathorn e lungo la popolare Sukhumvit Road, ma ci sono negozi un po’ ovunque in città. I più famosi in assoluto sono sicuramente Jesse e Victor Gulati che con il loro negozio Rajawongse Clothier (130 Sukhumvit Road, vicino al Landmark Hotel) vantano clientela fatta anche di capi di stato ed ambasciatori, ovviamente i prezzi che propongono riflettono la loro popolarità. La mia personale scelta ricade invece, oramai da parecchio tempo, sulle sartorie Ravi Sehgal. Una catena di 3 sartorie tutte sulla Sukhumvit Road (168 Sukhumvit soi 8, 16/24 Sukhumvit soi 19 e 392/6 Sukhumvit soi 20) che offrono un ottimo rapporto qualità prezzo. In tutti i casi non fermatevi solo ai miei consigli ma se potete girate in più negozi, chiedete info e prezzi ed ordinate da quello che vi ispira più fiducia ed esprime maggiore professionalità!

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Nick V.
Chimico per sbaglio ed expat per scelta. Difficilmente sceglie la prima proposta o la strada piu’ battuta, dopo lungo curiosare e viaggiare tra Europa, Sudamerica e Sud Est Asiatico sembra aver trovato da qualche anno a Bangkok una dimensione accettabile per la sua natura curiosa ed a tratti insofferente. Crede fermamente nella condivisione delle conoscenze con conseguente moltiplicazione del sapere. Il suo blog:VIVEREBANGKOK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

metallirari.com

il tuo LIKE sarà di grande aiuto!

smile red

Send this to a friend