Terza-pagina

Gli italiani più ricchi del mondo

La mappa dei miliardari italiani rivela storie di successo in settori molto diversi tra loro, dalla moda all’alimentare, dal petrolifero ai trasporti. La tradizionale inventiva italiana non aveva confini settoriali.

Quando si pensa a persone molto ricche, si pensa soprattutto ai magnati americani, giapponesi, russi o cinesi.

Su di loro sono infatti puntati i riflettori dei mass-media internazionali, interessati alle ricchezze stratosferiche accumulate in brevissimo tempo o grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie.

Ma anche nel Vecchio Continente esistono più miliardari di quanto si potrebbe pensare: Germania, Spagna e Italia vantano un numero di persone estremamente ricche.

Nella seguente graduatoria vengono elencati i 10 italiani più ricchi del mondo.

  1. Michele Ferrero (patrimonio: 26 miliardi di dollari). Ferrero è l’italiano più ricco ed è il 20° uomo più ricco del mondo. Ha costruito la sua omonima azienda nel corso di tutta una vita e possiede diversi marchi famosi nel settore dolciario e alimentare: Nutella, Mon Cheri, Kinder Cioccolato, Tic Tac e, naturalmente, Ferrero Rocher.
  2. Leonardo Del Vecchio (patrimonio 19.1 miliardi di dollari). È il proprietario e fondatore di Luxottica, società che possiede sia Sunglasses Hut che Lenscrafters. I suoi negozi sono più di 6.000 e le sue aziende impiegano più di 73.000 dipendenti. Del Vecchio è anche il 38° uomo più ricco del mondo.
  3. Famiglia Agnelli (patrimonio 13,5 miliardi di dollari). La famiglia è composta da almeno una dozzina di membri, che possiedono Exor e Fiat, molti dei quali fanno parte del consiglio di amministrazione di entrambe le società. Attualmente la distribuzione del patrimonio tra i vari membri familiari non è del tutto chiara.
  4. Miuccia Prada (patrimonio: 12,4 miliardi di dollari). Ha ereditato l’azienda di beni di lusso da suo nonno, Mario Prada. Con l’aiuto del marito (Patrizio Bertelli) ha trasformato l’azienda facendola diventare un marchio mondiale. Miuccia è stata definita la settantacinquesima donna più potente del mondo.
  5. Stefano Pessina (patrimonio: 10,4 miliardi di dollari). È l’attuale presidente di Alliance Boots, una posizione che ricopre dal 2007. Inizialmente, grazie alla sua famiglia, era un grossista nel settore farmaceutico. Egli fuse questo business con la Alliance UniChem, di cui entrò a far parte del consiglio d’amministrazione ed in seguito divenne amministratore delegato. Attualmente risiede a Monaco.
  6. Giorgio Armani (patrimonio 8,5 miliardi di dollari). Giorgio Armani (nella foto) ha iniziato la sua carriera come stilista di moda, dopo aver abbandonato gli studi di medicina e dopo aver fatto il militare. Inizialmente lavorava come vetrinista in un grande magazzino. Più tardi è stato uno stilista di moda freelance, prima di fondare il suo marchio. Da allora i suoi successi e le sue idee innovative nel settore della moda sono stati a dir poco impressionanti.
  7. Patrizio Bertelli (patrimonio: 6,7 miliardi di dollari). È nel business della pelletteria dal 1970 ma la sua fortuna comincia nel 1978, quando sposa Miuccia Prada. Da amministratore delegato di Prada ha contribuito a portare il famoso marchio al successo internazionale, aprendo il suo primo negozio a New York.
  8. Gianluigi Aponte (patrimonio: 6,3 miliardi di dollari). Deve la sua fortuna alla sua società Mediterranean Shipping Company SA, la seconda più grande compagnia di container per le spedizione in tutto il mondo. Aponte è attivo anche nel settore delle crociere, avendo acquistato diverse navi da crociera. All’età di 74 anni vive stabilmente in Svizzera.
  9. Silvio Berlusconi (patrimonio: 6,2 miliardi di dollari). È stato un evento mediatico, sia come uomo d’affari che come politico. Ha costruito la sua fortuna attraverso varie imprese, la principale delle quali è la Fininvest. Tutta la sua carriera imprenditoriale e politica è stata tempestata di polemiche: accuse di manipolazione politica, di evasione fiscale, di concussione, di abuso di minori, di spergiuro, di collusione con mafiosi, di appropriazione indebita, di riciclaggio di denaro e molto altro ancora.
  10. Paolo e Gianfelice Mario Rocca (patrimonio: 6,1 miliardi di dollari). Sono i nipoti di Agostino Rocca, un imprenditore italiano che ha costruito il suo impero industriale in Argentina durante gli anni ’50, quando il Sud America viveva un periodo di fortissima espansione. La società di Agostino, la Techint Group, è diventata leader mondiale nel settore petrolifero, in particolare nella costruzione di oleodotti e gasdotti in acciaio senza saldatura. Oggi l’azienda è gestita dai nipoti, il primo dei quali vive in Argentina per gestire le società in Sud America, l’altro vive in Italia e dirige la Humantis, attiva nel settore sanitario.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend