Metalli Preziosi

I primi 10 paesi produttori di oro del mondo (2013)

La classifica 2013 dei principali produttori di oro del mondo non riserva particolari sorprese, ma evidenzia la tendenza nella produzione di alcuni paesi in crescita e altri che sembrano non riuscire ad arrestare un costante declino.

Il 2013 è stato un anno orribile per l’oro. I prezzi sono scesi come non accadeva da anni e il trend di crescita, che sembrava inarrestabile da anni, si è bruscamente fermato.

Naturalmente, ciò non significa che la produzione mondiale di metallo giallo abbia subito un arresto.

I dati pubblicati dal Geological Survey americano, ci danno un quadro completo di quali sono stati i primi dieci produttori di oro nel 2013.

  1. cinaCINA (420 tonnellate) – Ormai da sette anni la Cina detiene il primato di più grande produttore di oro del mondo. Dal 2013 è diventata ufficialmente anche il più grande consumatore mondiale di metallo giallo. Tale crescita ha avuto uno straordinario impatto sull’industria cinese, facendo crescere la manifattura e le reti di vendita al dettaglio di oro in tutto il paese.
  2. australiaAUSTRALIA (255 tonnellate) – Il paese produce oro soprattutto nella zona occidentale, ma esistono depositi a cielo aperto e sotterranei un pò ovunque. In Australia ci sono 75 siti di estrazione ma un solo raffinatore, la Perth Mint. Buona parte dell’oro prodotto viene esportato.
  3. stati unitiSTATI UNITI (227 tonnellate) – La produzione è risultata in leggero calo rispetto all’anno precedente. La maggior parte della produzione è collocata in Nevada e Alaska.
  4. russiaRUSSIA (220 tonnellate) – Nel paese, uno dei più ricchi del mondo in termini di risorse minerarie, i principali depositi di oro si trovano in regioni sperdute: Krasnoyarsk, Irkutsk, Magadan, Amur e Chelyabinsk.
  5. perùPERÙ (150 tonnellate) – La produzione del paese rischia di scendere nel corso del 2014, almeno del 4%. La sfida del governo peruviano sarà di mantenere la produzione sui livelli del 2013.
  6. sud africaSUD AFRICA (145 tonnellate) – L’industria aurifera sudafricana sta attraversando un periodo di crisi profonda. Nell’ultimo decennio la produzione di oro è scesa dell’83% e una serie di gravi problemi (miniere obsolete, costi operativi in aumento, prezzi del metallo in discesa) affligge tutto il settore minerario del paese.
  7. canadaCANADA (120 tonnellate) – Molte aziende del settore hanno chiuso l’anno con risultati pessimi. Nonostante ciò, il paese ha aumentato la produzione complessiva di oro rispetto all’anno precedente.
  8. messicoMESSICO (100 tonnellate) – Nonostante la nuova tassa mineraria introdotta dal governo alla fine di ottobre 2013, la produzione complessiva è aumentata rispetto al 2012.
  9. uzbekistanUZBEKISTAN (93 tonnellate) – Il paese sta lentamente modernizzando le sue capacità di estrazione e di raffinazione, facendo ben sperare per un aumento della produzione. Attualmente esistono nel paese importanti riserve di oro non ancora sfruttate a causa di impedimenti tecnologici.
  10. ghanaGHANA  (85 tonnellate) – È il secondo più grande produttore africano e, come il Sud Africa, ha visto la propria produzione scendere rispetto all’anno precedente.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

metallirari.com

il tuo LIKE sarà di grande aiuto!

smile red

Send this to a friend